16.05.2018
18:40
Pasquale Cacciola

ESCLUSIVA - Caos Sporting, Rui Patricio vuole scappare! Dall'aggressione allo scandalo calcioscommesse: il nuovo scenario

Putiferio Sporting, è caos totale. Il terremoto interno, l'assalto choc dei 50 criminali e ora anche un clamoroso caso legato al calcioscommesse. Ebbene sì, anche un gravissimo sospetto di illecito sportivo tiene banco nella Lisbona biancoverde. Questa mattina, infatti, c'è stato un blitz della polizia giudiziaria nella sede lusitana. Il sospetto è strettamente legato all'handball, altro sport che rientra tra le rientra tra le attività della polisportiva portoghese, ma i sospetti ricadono terribilmente anche sul calcio. In particolare, su addirittura sei partite che coinvolgerebbero direttamente due dirigenti e un agente molto vicino alle vicende dei leões. Un ambiente che rischia quindi di implodere, con molti giocatori nel frattempo già attivati con procuratori e legali per l'immediato scioglimento del contratto dopo il trauma della brutale aggressione. 

Rui Patricio - Napoli, la situazione dopo l'aggressione 

Secondo quanto appreso in esclusiva dalla redazione di CalcioNapoli24.it, Rui Patrício è tra i gocatori in prima fila pronti a muoversi per un addio immediato. L'estremo difensore - come tutti gli altri - preme per l'immediata rescissione per giusta causa

appellandosi a tre aspetti: mancanza di sicurezza sul posto di lavoro, perdita di fiducia nel datore di lavoro e negligenza della società consapevole di un possibile gesto estremo con un centro sportivo facilmente accessibile e per niente blindato. Dall'altra parte, il club sarebbe pronto a portare tutti in tribunale per un ricorso d'urgenza per scongiurare un tale catastrofico scenario. Il rischio è proprio qui: nel caso in cui lo Sporting dovesse poi vincere l'eventuale causa, ogni club sarebbe tenuto a pagare un valore pari alla clausola rescissoria del giocatore nel frattempo ingaggiato a zero.

Lo scenario impensabile: si tratta in modo lineare

Nel caso del portiere, il Napoli rischierebbe quindi un'improvvisa mazzata di 45 milioni di euro nel caso arrivasse a titoli gratuito. Uno scenario semplicemente impensabile, che interromperebbe nell'immediato ogni contatto. Ecco perché, piuttosto, De Laurentiis proseguirà normalmente con i contatti lineari approfittando del momento per accelerare e risultare un'àncora di salvezza sia per il club che per il giocatore. L'ultima richiesta di 18 milioni di euro può pertanto calare ulteriormente nelle ultime ore. Il giocatore, che ha già accettato Napoli, aspetta la fine del tunnel. 

di Pasquale Edivaldo Cacciola - @PE_Bahia

©RIPRODUZIONE RISERVATA