09.11.2018
13:00
Redazione

De Giovanni: "Al Napoli serve un centravanti da 30 gol! Mourinho? Io avrei fatto di peggio"

Maurizio De Giovanni, noto scrittore, è intervenuto a Napoli Magazine Live. Ecco quanto dichiarato: “Il Napoli, rispetto alle altre concorrenti, è l’unica squadra tra le prime quattro, se non addirittura sei, che non ha un centravanti che possa garantire più di 30 gol a stagione. Mertens è fantastico, ma è una prima punta con il fisico della seconda punta così come Milik, bravissimo, che ha il fisico della prima punta ma essendo più una seconda punta. A questo dobbiamo aggiungere l’anomalia del regista adattato, Hamsik, che sta imparando il mestiere e che avrebbe anche bisogno di due centrocampisti che lo assistono, ma che in questo momento non ci sono. Questa situazione non si è ancora evidenziata perché Ancelotti è bravo, ma è un rischio. Per questi motivi c’è voglia di Cavani, c’è voglia di un giocatore che come Icardi, Dzeko o Cristiano Ronaldo, ma anche Higuain o Immobile, possa risolvere le partite da solo. Se il Napoli riuscirà a superare il girone di Champions e se dovesse essere fortunato nel sorteggio degli ottavi, la società dovrebbe fare una valutazione del genere. Piatek è interessantissimo, ma fa la riserva nella Nazionale polacca, finora ha segnato 9 gol, ma in una squadra, il Genoa, che gioca solo per lui. Magari è un giocatore bravissimo, che segnerà tantissimo, ma dipende molto da quanto chiede Preziosi, che, per ora spara cifre spropositate. Inoltre, non credo proprio che una squadra che deve salvarsi possa privarsi di un giocatore così importante"

.

Mourinho? "Io avrei fatto di peggio. Dopo tutto quell’odio e quella maleducazione che i tifosi della Juventus gli hanno vomitato addosso, sia a Manchester che a Torino, dico che il portoghese è stato addirittura un signore".

Su Higuain: "Sinceramente non credo che Higuain, se dovesse giocare e segnare, farà quanto fece al San Paolo all’indirizzo di De Laurentiis. Sinceramente credo che il Pipita non fosse tanto compatibile con Cristiano Ronaldo, così come credo si stia pentendo della scelta Milan che, per ora, non può assicurargli competitività ai massimi livelli. Andando alla Juventus, Higuain ha vinto due scudetti, ha giocato una finale di Champions e non si è affatto pentito della scelta. Dirò di più: se l’avessimo avuto la scorsa stagione, sono convintissimo che il campionato l’avremmo vinto noi. Detto questo, non voglio più sentirlo nominare perché ha fatto una scelta improponibile, mentre avrebbe potuto optare per una squadra ugualmente vincente e che avrebbe potuto, lo stesso, ricoprirlo d’oro”.