17.07.2017
10:20
Redazione
Michu dà l'addio al calcio

UFFICIALE - Michu, addio al calcio a 31 anni!

Dramma sportivo per l'ex attaccante del Napoli, Michu. Il bomber asturiano ha deciso di lasciare il calcio a soli 31 anni. Dopo i problemi che lo hanno condizionato, dalla sua esperienza in azzurro, l'attaccante aveva provato a ripartire per tornare a fare il proprio lavoro, ma è di oggi la notizia che appende le scarpe al chiodo in maniera prematura.

Diventanto protagonista con la maglia dello Swansea, è passato in azzurro nel 2014, con Benitez in panchina. Poi il Langreo e infine il Real Oviedo

Sull'esperienza in azzurro dichiarò: "Il Napoli per me è un rimpianto enorme. Ero arrivato con tanta voglia di far bene e di dare il mio contributo a una grandissima squadra, ero nel punto più alto della mia carriera. Poi la caviglia, che già mi tormentava dai tempi dello Swansea, cominciò a farmi male in continuazione e non riuscii a trovare pace da un dolore costante. Nemmeno il recupero qui in Spagna mi aiutò e l’impotenza di non riuscire a giocare mi distrusse psicologicamente. Er

rore col Bilbao? Questione di decimi di secondo. Adesso so, dopo aver visto il replay, che in quel caso avrei dovuto calciare in porta. Eravamo sul 1-1 e un mio gol ci avrebbe dato un vantaggio meritatissimo, e avrebbe messo sul binario giusto una qualificazione che poi non arrivò. Magari un esordio positivo con gol avrebbe facilitato uno sviluppo migliore della mia stagione in azzurro, in tutti i sensi. Ma i tifosi non mi hanno mai fatto pesare né l’errore né le assenze per infortunio, i napoletani con me sono sempre stati gentilissimi e disponibili. Quella azzurra è una delle migliori tifoserie del mondo, senz’alcun dubbio. E comunque quella notte di Champions non la dimenticherò mai perché il grido ‘The Champions’ dei tifosi alla fine dell’inno prepartita mi lasciò con la pelle d’oca. E pensare che Dries[Mertens, ndr] mi aveva avvisato…".

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!