12.01.2018
07:40
Redazione
Aurelio De Laurentiis e Maurizio Sarri

Il Mattino - Via la clausola e ingaggio raddoppiato fino al 2021: cifre e dettagli della nuova proposta contrattuale di ADL a Sarri

L'incontro tra Sarri e De Laurentiis è avvenuto a Figline Valdarno, alla 'vigilia' del compleanno del tecnico azzuro. Ve l'abbiamo raccontato in esclusiva: si è parlato di mercato, ma soprattutto del rinnovo dell'allenatore campano che il presidente del Napoli vorrebbe blindare, temendo la clausola rescissoria troppo bassa presente nel suo conratto e che entrerà in 'vigore' per circa quattro mesi dal 2 febbraio prossimo.

INCONTRO SARRI - DE LAURENTIIS, LA PROPOSTA DI RINNOVO

L'edizione odierna de Il Mattino dà le nuove cifre della proposta contrattuale che Aurelio De Laurentiis avrebbe fatto a Maurizio Sarri nell'incontro avvenuto a Figline Valdarno. L'idea del patron è di togliere la clausola di 8 milioni che non rende felicissimo Maurizio Sarri e di adeguare corposamente l'attuale ingaggio. De Laurentiis ha offerto personalmente un ingaggio da 2,5-3 milioni all'attuale allenatore fino al 2021. Quindi lo stipendio sarebbe più del doppio e il contratto allungato per un altro anno rispetto alla scadenza attuale senza che nessuno eserciti la clausola.

LA RISPOSTA DI SARRI

Sarri, si legge sul quotidiano, porta il broncio verso il club perchè non gli ha riconosciuto un adeguamento di contratto alla luce dei risultati ottenuti. Un nuovo incontro probabilmente ci sarà nelle prossime settimane per cercare di avvicinare le parti.

LE DICHIARAZIONI DI ADL

Aurelio De Laurentiis ha rivelato dell'incontro con Sarri, in seguito all'esclusiva di CalcioNapoli24.it, parlando ai microfoni di Kiss Kiss Napoli, ecco le sue dichiarazioni: "Al compleanno di Sarri sono stato da lui? Si, alla vigilia sono stato a Figline, è un posto fantastico. Siamo stati sei ore insieme in perfetta armonia. Abbiamo bevuto tanto vino rosso". E sul mercato e il duello Verdi-Deulofeu ha aggiunto: "Deulofeu o Verdi? Noi siamo multietnici. E' Sarri che dovrà misurare quanto sul campo questi innesti possano fare al proprio caso, è lui il finalizzatore delle nostre decisioni. Per acquisti nell'immediato è necessario che il nostro coach ci dica: 'Va benissimo, non è un giocatore che avrà bisogno 6 mesi di tempo prima di giocare'".