30.11.2017
12:19
Redazione
Massimiliano Allegri in conferenza stampa: foto sito ufficiale Juventus.com

Juventus, Allegri: "Higuain può essere convocato, sono fiducioso. Lichtsteiner non ci sarà. Napoli favorito per lo scudetto. Sarri prova a confondermi con la storia del campo e coi calendari. La fascia sinistra degli azzurri..." [VIDEO]

Gentili lettrici e lettori di CalcioNapoli24, benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, che presenta il match con il Napoli. Nella giornata di vigilia, l'ex allenatore del Cagliari deciderà se portare con sè Gonzalo Higuain, reduce da un'operazione alla mano di lunedì che lo tiene in forte dubbio per il match del San Paolo.

Inoltre, vi ricordiamoche che, salvo stravolgimenti, Maurizio Sarri non parlerà in conferenza stampa alla vigilia. 

12.03 - "Lichtsteiner va fuori, Cuadrado si è allenicchiato un pochettino insieme a Bernardeschi, però dovrebbero essere a disposizione, oggi vedrò la situazione. Higuain.... la mano sicuramente è dolorante, però potrebbe essere a disposizione. Vediamo oggi. Diciamo che sono fiducioso. Dovremo affrontare questa partita con rispetto per il Napoli che è la favorita per lo scudetto. Dovremo essere bravi a stare lì, dobbiamo arrivare a marzo per giocarci il rush finale. Domani sarà una gara importante, ma non definitiva. Higuain? Può esserci. Al momento parliamo di convocazione, vedremo come sta con la mano e quanto dolore ha. Inutile rischiarlo per una partita quando ne mancano trenta alla fine della stagione". 

12.07 - Sulla gara di domani - "Servirà una partita tecnica, ma anche fisica. Chi meno sbaglia porterà a casa il risultato"

12.08 - Sul Napoli - "Alla fine conta solo quelli che arrivano primi. Nessuno arriva primo per caso. Il Napoli gioca un bellissimo calcio ed hanno imparato anche a fare la fase difensiva, da sempre la forza di Sarri sin dai tempi della Sangiovannese. Ora ha trovato un bel giochino sulla sinistra e son bravi, non c'è niente da fare. Però per vincere i campionati serve avere la miglior difesa, noi siamo terzi in classifica con quattordici goal subiti dopo Napoli ed Inter. Il Napoli è una squadra che negli ultimi tre anni ha fatto divertire tutti, me compreso". 

12.10 - Sui tre difensori - "Tutti stanno migliorando, ma al centro Howedes è quello che ha più piede di tutti. Anche Barzagli può stare al centro, cominciò mediano in carriera. Anche Benatia, che però dev'essere più convinto delle sue qualità. Non so se domani saremo a tre o a quattro, dipenderà da chi giocherà in attacco".

12.10 - Sul centrocampo - "Ci può anche esser spazio per Matuidi. In attacco Cuadrado e Bernatrdeschi si allenano da poco, a Higuain hanno amputato la mano (scherza ndr.). Ho solo Mandzukic, Dybala e Douglas Costa. L'atteggiamento della squadra però non cambierà".

12.12 - Sulla sfida con Sarri - "Non so se Sarri studia calcio. Io e Maurizio ci conoscemmo nel 2003 e la sua forza è sempre stata la difesa, non a caso il Napoli difende benissimo. Il Napoli ha giocatori con caratteristiche che le altre squadre non hanno. Mertens è 1.70 e Mandzukic è 1.90. Khedira è 1.87 e Jorginho pesa 30 kg in meno. Sarri è bravo a sfruttare le caratteristiche dei suoi calciatori. Insigne è un piccoletto, differente da Higuain".

12.13 - Sulle voci dello spogliatoio - "Speravo che qualcuno si fosse picchiato, un po' di casino serve nello spogliatoio. Purtroppo non è successo niente"

12.14 - Sulla squadra - "Abbiamo fatto ciò che dovevamo fare, è il Napoli che sta facendo cose straordinarie. E' successo poche volte che una squadra faccia dodici vittorie e due pareggi. Stanno viaggiando più di noi e meritano il primo posto ed i favori del campionato, anche se Inter e Roma sono molto pericolose. I giallorossi hanno una partita in meno e sono lì a lottare con noi. Anche la Lazio è lì vicino. In questa corsa bisogna aver la forza di restare attaccati". 

12.16 - Su Higuain - "So che la mano è dolorante, vedremo oggi come sta e se sarà disponibile. Cerco di esser fiducioso". 

12.17 - Sulle polemiche di Sarri - "Una volta parla del campo, una volta del calendario. Secondo me è una sua strategia per farmi confusione. E' bello giocare una volta ogni tre giorni, non mi piace allenare e basta".

12.18 - "Al Napoli non posso togliere nessuno. Insigne è cresciuto molto, ha qualità tecniche importanti. Sulla fascia sinistra, tra lui, Hamsik e Mario Rui creeranno sicuramente dei pericoli".

12.18 - Sul Napoli favorito per lo scudetto - "Il Napoli sta viaggiando ad una media impressionante ed è lei la favorita, poi tutti sperano che la Juve perda lo scudetto e lo vinca qualcun'altro. Pensiamo alla gara di domani che sarà un buon test". 

12.20 - Termina la conferenza.

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!