07.01.2018
14:42
Bruno Galvan

Mai così forte alla 20esima nell'ultimo triennio! Polverizzato il passato con la democrazia del gol: tutti i dati ' fuori norma' della gestione Sarri

Mai così forte negli ultimi tre anni. E' questo in sintesi il dato statistico e di rendimento del Napoli alla 20esima giornata. Andando a confrontare i numeri alla medesima giornata degli ultimi tre campionati ci accorgiamo del cammino davvero record che la squadra di Maurizio Sarri sta tenendo fino a questo momento. Rispetto allo scorso anno, il Napoli registra un + 11 in classifca ma soprattutto un netto miglioramento per quanto riguarda i gol subiti che oggi sono 13 mentre una stagione fa erano 10 in più. Se invece rapportiamo  dati attuali a due anni fa (quando il Napoli finì secondo con Higuain capocannoniere) la differenza è quasi abissale: +7 punti in classifica , +3 gol segnati (44 vs 41) e rete meno volte bucata (13 vs 16). 

MARCATORI

Nella stagione 2015-16 gli unici due giocatori presenti nella classifica cannonieri erano a questo punto del campionato Gonzalo Higuain (20) e Lorenzo Insigne (8). L'anno scorso furono ben 11 i giocatori che andarono a segno: Mertens (12), Callejon (7), Hamsik (6), Insigne (5), Milik (4), Gabbiadini (3), Chiriches (2), Tonelli (2), Zielinski (2), Maksimovic (1), Koulibaly (1). Quest'anno invece la situazione varia sul piano della distribnuzione delle reti. Mertens e Callejon hanno rispettivamente 2 e 1 gol di differenza rispetto alla 20esima di una stagione fa. Balzo in avanti per Allan mentre si sono migliorati Koulibaly e Zielinski che hanno fatto +3 e +2 gol. New entry Ghoulam che mai aveva segnato 2 gol in una stagione di A.

Sono invece 10 i giocatori andati a segno quest'anno in campionato. uno solo in meno rispetto allo scorso torneo in questo punto.

GOL ALTERNATIVI

La crescita del Napoli sta anche qui. Un anno fa i gol di centrocampisti e difensori erano 14 totali per 6 giocatori. Quest'anno ne sono 22 per 7 elementi. Questo denota che la manvora di Sarri è diventata più 'democratica' sotto l'aspetto realizzativo dove ci sono più varietà di soluzioni per gonfiare la rete. Cosa che è spesso mancata gli scorsi anni dove se si inceppava l'attacco erano dolori. Insomma, al netto di sviste VAR, Napoli e Juve stanno facendo entrambe un campionato al di sopra della media con due filosofie di gioco differenti. Sarà interessante vedere fino a quando riusciranno a migliorare gli azzurri queste statistiche che sono già da capogiro. Prima o poi i record devono portare a qualche trofeo perchè gli applausi e le pacche sulle spalle non possono più soddisfare o bastare. 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!