02.06.2018
13:15
Redazione
Milik intervista alla serie A: "Napoli città bellissima, sono ottimista per gli infortuni"

Milik: "Arrivato a Napoli chiesi di portarmi subito al mare, città bellissima. Infortuni? Momenti duri, ma sono ottimista. Non mi piace il paragone con Lewandowski" [VIDEO]

Arkadiusz Milik ha parlato ai microfoni del portale della serie A, ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24 (video in allegato per l'intervista integrale)

“In Polonia il calcio è molto importante, tutta la mia vita si è concentrata intorno al calcio. Il punto di forza è la testa, specialmente nel mio caso. La mia mentalità mi dice di non arrendermi mai ed è la cosa fondamentale della vita. 

Sul paragone con Lewandowski

Non mi piace essere paragonato a Lewandowski. Un giocatore fantastico, ma diverso. E’ la super star della Nazionale. 

Arrivo a Napoli: "Città bellissima
"

Quando sono arrivato a Napoli ho subito chiesto al tassista di portarmi al mare, ci sono tanti bei posti specialmente quando c’è il sole è davvero una bella città. 

Sugli infortuni

I legamenti li ho rotti due volte ma tutto è ancora possibile, sono ottimista. Le due contusioni oscurano i momenti positivii L’infortunio è stato un momento duro della mia vita. 

Ho giocato in Germania, Olanda e Italia, la serie A è sicuramente speciale. Ma alla fine ogni campionato ha caratteristiche specifiche. Qui sono rimasto impressionato dagli aspetti tecnici e tattici. Per la stagione ed il mondiale ho tante cose da fare, voglio vincere. Il Mondiale per un calciatore è la competizione della vita. Non riusciamo a togliercelo dalla testa”