12.09.2018
20:00
Bruno Galvan

Non è il Salone Margherita con il "Bagaglino"...

Chi di voi si ricorda del celebre "Bagaglino" di PIngitore al Salone Margherita? Quante risate ci siamo fatte con la conduzione di Pippo Franco oltre a maestri della comicità come Oreste Lionello e tanti altri. Bene, il San Paolo ad oggi è diventato come il celebre teatro romano. Tra provocazioni, satire, comici che si schierano contro De Laurentiis sembra davvero diventata una burla che però fa ridere tutta l'Italia.

Le parole di Aurelio De Laurentiis  sulla possibilità di far giocare il Napoli in Champions al San Nicola sono state frutto di una strumentalizzazione perchè (purtroppo) molti leggono solo il titolo della notizia e quasi mai ascoltano il video integrale o leggono le parole del diretto interessato. Questo però non può giustificare il clima che il presidente e l'amministrazione comunale hanno creato sulla questione stadio. E' innegabile che i napoletani siano divisi tra chi per partito preso deve sempre elogiare il presidente o il sindaco perchè se non ci si schiera sembra un reato di lesa maestà. Nessuno pensa all'immagine della città che in questa querelle ne esce con le ossa rotte. I napoletani dovrebbero tirare per la giacchetta sia De Laurentiis che De Magistris perchè lo stadio è un bene che può solo che fare bene a tutti. Che sia il San Paolo a Fuorigrotta o altrove. 

Qualcuno, forse preso dalla foga, ha detto che con De Laurentiis il popolo napoletano ha perso dignità. Il tifo napoletano la dignità l'ha sempre avuta. Se non l'ha persa quando in un Napoli-Cremonese del 1999 in 89 andarono allo stadio per tifare la maglia (incasso di quasi 2 milioni di lire) oppure quando si sono venduti abbonamenti abbastanza cari nell'anno del record negativo di punti in A del 1997-98, non si vede perchè abbia dovuto perderla ora che la squadra è costantemente tra le prime d'Italia e nella top 20 del ranking europeo. Ora però basta cabaret, battute e provocazioni. Caliamo il sipario su questo teatrino da quattro soldi che ha solo provocato dei sorrisi amari. 

RIPRODUZIONE RISERVATA