05.10.2017
19:00
Redazione

Giovani talenti nel mondo - Scopriamo Rodi David Ferreira, il terzino paraguaiano col coniglio nel cilindro [VIDEO]

Nelle grandi occasioni i tifosi sono lì ad aspettare che il loro idolo, il giocatore più rappresentativo della propria squadra, riesca a trascinarli alla vittoria con i suoi numeri. Ma non tutte le partite, per fortuna, seguono sempre questa logica in senso stretto. A volte a fare la differenza sono quei colpi che non t'aspetti, un tiro da fuori di un terzino, una mossa da attaccante di un centrale di difesa un colpo di testa del più basso della squadra. Ricordiamo in tal senso con molta gioia il goal alla Callejon di Ciro Ferrara nella finale di Stoccarda, lasciando sul posto i difensori e scagliando un tiro a incrociare degno dei migliori attaccanti. Solo tre goal per lui con il Napoli nei precedenti 4 anni di carriera. È assolutamente lecito pensare quindi che avere più giocatori capaci di tirar fuori dei colpi, pur non essendo degli attaccanti, sia una situazione che aumenti notevolmente le probabilità di vittoria di una squadra. Il giovane che presentiamo oggi è il 19enne paraguaiano Rodi David Ferreira, e sembra proprio avere questi numeri. Ferreira è nato ad Horqueta una città del dipartimento di Concepcion il 29/5/1998. È cresciuto calcisticamente nell'Olimpia Asuncion dove fa il suo esordio a 17 anni in Coppa Libertadores nel 2-2 contro il Cs Emelec. Partecipa a tutte le selezioni delle nazionali giovanili paraguaiane, nel 2013 partecipa al Sub15, nel 2015 si piazza 4° al Sub17 conquistando la qualificazione al mondiale di categoria. Quest'anno esce invece con il Paraguay nel Sub20. È stato seguito fino ad ora da Inter ed Ajax, con quest'ultima che si è vista rifiutare un offerta di 1mln di euro. Ad agosto viene dato in prestito in Argentina al

Temperley. Rodi Ferreira è un terzino destro che può giocare anche da fluidificante. È molto forte atleticamente e possiede una tecnica sicuramente elevata per un terzino, è molto bravo nel crossare la palla agli attaccanti. Non disdegna i tiri da fuori, potenti e precisi e si diletta sui calci di punizione. Alto solo 1,79m ha un buon tempo sui calci piazzati offensivi che gli fanno dire la sua. Un terzino che potrebbe cacciare il cosiddetto coniglio dal cilindro.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte : di Rosario Iuliano

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!