04.08.2017
16:20
Redazione

Giovani talenti nel mondo - Un occhio a Brahim Diaz del Manchester City

Ha appena compiuto 18 anni Brahim Abdelkader Diaz nato il 3 agosto 1999 in Spagna nella Costa del Sol, da padre marocchino e madre spagnola da cui prende i rispettivi cognomi. È nella cantera del Malaga già a 8 anni, la sua stella inizia a brillare, uno dei suoi estimatori è Pep Guardiola. All'età di 10 anni riceverà un invito dal Barcellona tramite la figura di Gerardo Amore, il padre Sufil firma una scrittura privata ma il Malaga ha la meglio offrendo un contratto alla famiglia del giocatore da 10mila euro l'anno. Viene osservato anche da Real Madrid, Bayern Monaco e Manchester United. Ma  la svolta arriva nel dicembre del 2013 dove a bussare alle porte del Malaga è il Manchester City che lo acquista per 350mila euro. Fa tutta la trafila nelle giovanili del City dove tuttavia non potrà partecipare a tornei ufficiali fino ai 16 anni come descritto dai regolamenti Uefa. A febbraio 2016 l'esordio con l'under17 spagnola. Ma arriviamo al mercato estivo, il nuovo allenatore è proprio Guardiola e l'agente del ragazzo è suo fratello Pere. Guardiola a settembre lo fa esordire in prima squadra per dieci minuti in coppa di lega contro lo Swansea, a novembre ci sarà anche quello con l'under19 spagnola.

Alto 170 cm Diaz è un trequartista che può giocare anche esterno o come punta. Possiede grandi qualità tecniche, sa davvero accarezzare il pallone con molta rapidità che esprime nei dribbling negli spazi stretti, dove è abile nel nascondere la palla agli avversari utilizzando entrambi i piedi, che sfrutta anche alla perfezione nell'impostazione del gioco.  Alcuni suoi colpi sono già da gran giocatore, e la nota positiva è che crescendo stia acquisendo maggiore potenza. Un ragazzo da tenere d'occhio, il suo gran futuro non è poi troppo lontano.

 

Fonte : di Rosario Iuliano

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!