05.10.2017
20:30
Redazione

I 5 motivi per comprare... Reece Oxford: il giovane colosso degli Hammers [VIDEO]

Spesso i giocatori vengono accusati di lassismo, in un calcio senza bandiere e senza ideali. Per cambiare questo trend, fatto di soldi e promesse al vento, di giocatori schizofrenici e di mal di pancia che costano fior di quattrini ai club di appartenenza, non resta che investire nei giovani. Una nuova generazione di calciatori consapevoli di se stessi, senza mai sfociare nel narcisismo, e vogliosi di spaccare il mondo, senza però diventare superbi. Uno dei tanti giovani promettenti promettenti che il nuovo mondo senza frontiere sta producendo è il protagonista dell'episodio odierno della nostra rubrica. Il suo nome è Reece Oxford e ha gli occhi di buona parte di Londra e di tutta Mönchengladbach addosso. In prestito dal West Ham, il giocatore deve ancora esordire con la nuova squadra, ma è solo questione di adattamento.

Ecco i 5 motivi per portare Reece Oxford al Napoli
 
1) Velocità. Il calcio moderno richiede doti atletiche di altissimo livello, per tutti i ruoli. Ormai la figura del difensore roccioso e lento è anacronistica, in favore della figura di un giocatore che rompe per creare, velocemente. I rapidi attaccanti avversari richiedono velocità e resistenza per essere arginati: due doti che contraddistinguono questo moderno difensore inglese.

2) Forza. Malgrado l'alta velocità con la quale recupera gli scattisti più insidiosi, questo ragazzo nato a Londra può vantare un fisico invidiabile per la sua età, che ne assicura un continuo miglioramento. Ben 192 centimetri di roccia, pronti a fare di tutto per impedire all'avversario di inquadrare la porta.

3) Età. Doti atletiche ed un fisico statuario che il corso della natura deve ancora rifinire del tutto. Oxford compirà 19 anni il prossimo dicembre, prendendosi, di forza, un posto come promessa del calcio britannico e mondiale.

4) Colpo di testa. Un vero e proprio incubo per gli attaccanti più abili sulle palle alte o lunghe. Intercetta le verticalizzazioni più vertiginose ed i cross più velenosi. La sua altezza ed il suo fisico gli permettono di lottare e fare a sportellate con le torri avversarie. Un vero salvavita nell'area di rigore.

5) Passaggio. Malgrado le sue eccellenti doti in interdizione, il giocatore in prestito dagli Hammers ha mostrato innate capacità anche in fase di costruzione. L'anno scorso ha giocato diverse partite non da centrale, bensì da mediano davanti alla difesa, una possibile evoluzione del suo percorso identitario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte : di Antonio Anacleria Twitter: @Ninoanacleria

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!