31.12.2017
09:40
Redazione

IL GIORNO DOPO... la diciannovesima giornata: l'Ezio Scida indecente per la Serie A, Reina superficiale e i rinforzi di gennaio

Il giorno dopo la diciannovesima giornata. Tra il Natale e il capodanno si gioca ancora e il Napoli l’anno lo chiude con il botto. Nona vittoria lontano dal S.Paolo su dieci gare disputate. Con quelli venerdì, messi insieme 28 punti sui 30 disponibili. Numeri pazzeschi. Al giro di boa, gli azzurri girano a 48 punti e vanno a dormire con quattro punti di vantaggio sulla Juventus.

Il giorno dopo la diciannovesima giornata. A Crotone basterà la terza rete consecutiva di Hamsik per spuntarla. Sbloccarla subito forse avrà fatto rilassare più di un giocatore. Da un Reina superficiale in qualche rinvio ad Insigne che, traversa a parte colpita nella ripresa, non farà poi tanto; passando anche per Hysaj e Mertens che continua a toccare pochi palloni. Chi pare sia in una sorta di trance agonistica è Allan.  Si avventura anche negli “uno contro uno” giocate che sono concesse solo a Mertens e ad Insigne, possibilmente ad 80 metri dalla porta di Reina. Il suo rendimento sale di partita in partita. Ora si è messo anche a dispensare lanci ed assist. In pratica gioca anche per il suo compagno di reparto Jorginho di certo non al top in questo periodo della stagione. A parziale giustifica per i tanti, troppi appoggi sbagliati, il fondo del terreno dello Scida. Un campo indecente per la massima serie. 

Il giorno dopo la diciannovesima giornata. Dopo il vantaggio iniziale gli azzurri proveranno a chiuderla. Qualche bella parata di Cordaz, imprecisione sotto porta e qualche errata di scelta dell’ultima giocata consentiranno ai calabri di restare in gara fino ad oltre il 90°; proprio in zona cesarini il Crotone reclamerà per un rigore. Le trasmissioni televisive ci costruiranno castelli e dibattiti. Nessuna o quasi che mostrerà il fallo subito da Koulibaly in area avversaria. La corsa allo scudetto pare non si giochi solo sul rettangolo verde.

 Il giorno dopo la diciannovesima giornata. Con i risultati di ieri, i tre punti di Crotone acquistano ancora più valore. Inter e Roma fermate sul pari da Lazio e Sassuolo, permettono agli azzurri di allungare ancora sulle due formazioni. Gli uomini di Spalletti sono in frenata. Un solo punto nelle ultime tre partite. Bottino pieno invece per la Juventus che passa a Verona meno agevolmente di quanto dica il risultato. Il “ripescato” Dybala regala ad Allegri e ai suoi i tre punti.

Il giorno dopo la diciannovesima giornata. Il Napoli chiude l’anno e il girone d’andata al primo posto e permette ai suoi tifosi un brindisi da capolista. Quello che dovevano fare allenatore e giocatori è stato fatto. L’organico è certamente andato oltre più le rosee previsioni estive. Chiunque avrebbe firmato per poter girare a 48 punti e prenderne 28 su 30 in trasferta. Ora tutti, mister compreso, si aspettano qualche rinforzo per poter provare ad essere primi anche a maggio.  L’occasione è ghiotta, sarebbe un peccato lasciarsela scappare.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte : di Stefano Napolitano