08.09.2017
11:30
Redazione
Foto NapoliMagazine

La vera reina...

di Pasquale Edivaldo Cacciola - @PE_Bahia

Ancora una volta lei, mai banale. Silenziosa, pungente al punto giusto, ma soprattutto strategica e intelligente. Molto più di una semplice wag, non la classica moglie di un calciatore distratta o spesso inopportuna. Yolanda Ruiz piuttosto è ponderata, cinica: un'ottima manager, a tratti. Una grande donna per un grande uomo, due alpha sotto lo stesso tetto. Una coppia di leoni - non a caso - capaci di tener testa a una vecchia volpe come Aurelio De Laurentiis

Ieri sera l'ennesima mossa vincente della donna di Cordoba. Una festa a sorpresa organizzata da tempo per il marito, in occasione dei 35 anni compiuti lo scorso giovedì. Un invito per gli amici più stretti, ma soprattutto per la squadra che ha partecipato con grande entusiasmo. Un'occasione colta a volo, per gioire ma inevitabilmente anche per riavvicinarsi a un gruppo che a tratti si era sentito abbandonato. Un evento che sa tanto di "scurdámmoce 'o ppassato", per metterci una pietra sopra e ripartire. Una sorpresa mirata per cementare ulteriormente il gruppo, con l'obiettivo centrato in pieno. 

Protagonista a sorpresa, così come lo scorso 28 agosto.

Fu lei, infatti, a dare l'annuncio definitivo della permanenza del leader partenopeo. Un indizio, in realtà, ma decisamente chiaro. "Luca e Thiago sono pronti per la nuova stagione", con tanto di magliettine del Napoli in primo piano. Un messaggio che fece tirare un sospiro di sollievo a una citta nel pieno di una crisi di nervi a 48 ore dalla chisura del mercato. Poi, un giorno dopo, anche la lettera d'amore ai napoletani: un messaggio sincero per alcuni, ruffianesco per altri. Efficace, in ogni caso. 

Così come fu lei, la notte della discussione a Villa D'Angelo, a smascherare il retroscena. "La vera eleganza è restare indifferenti di fronte a gente che vale poco", aveva semplicemente scritto il portiere spagnolo su Twitter lasciando dubbi sul destinatario. Ma l'ex pallavolista, laureata in economia, diede maggiori indizi e non per caso. Prima con un più eloquente "quando chi comanda perde la vergogna, chi obbedisce perde il rispetto", poi soprattutto con "dopo la seconda bottiglia di vino mi sono liberata", in risposta a lady Callejon che nel frattempo aveva commentato con un "l'hai inchiodato". L'intento era far passare il messaggio, scoprire le carte. Quelle che nascondevano una battuta infelice di ADL che i coniugi non apprezzarono affatto, lasciandoli fin troppo contrariati.  

Non c'è silenzio stampa che tenga. La vera reina è lei, ancora una volta

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!