CorSera - Agnelli non si presenta, ADL a Ferrero: "Sono dirigenti che attaccano l’asino dove vuole il padrone"

24.04.2021
10:30
Redazione

de Laurentiis si schiera

Ultime calcio Napoli - L'edizione odierna del Corriere della Sera riferisce quanto accaduto nell'assemblea di lega di ieri tanto attesa, in particolare per Juve, Milan e Inter i cui dirigenti occupano ruoli decisionali in Lega. Al tempo stesso ci si attendeva le dimissioni da quei ruoli dopo aver tramato alle spalle degli altri club per la costituzione della SuperLega. Scaroni del Milan e Marotta dell'Inter non si sono dimessi e si sono presentati all'assemblea senza proferire parole. Andrea Agnelli ha preferito non presentarsi proprio, o meglio non collegarsi, e delegare l’avvocato Cesare Gabasio. All'ordine del giorno c'era la votazione del pacchetto 2 dei diritti tv. Dal quotidiano si legge:

I presidenti hanno così approvato il bando per il pacchetto 2 e ottenuto la rassicurazione dei legali dopo il ricorso d’urgenza di Sky all’assegnazione dei diritti tv a Dazn. I club hanno votato i criteri per la distribuzione dei proventi da diritti tv legati alla quota del pubblico prima che Massimo Ferrero introducesse l’argomento del giorno. «Facciamo finta di niente o qualcuno doveva presentare le dimissioni?». La sorpresa risiede nelle risposte date da due manager che invece di essere offesi per il potenziale danno della creazione della Superlega hanno dato manforte agli alleati. «Lo capisci o no che questi sono dirigenti che attaccano l’asino dove vuole il padrone?» è intervenuto De Laurentiis a difesa di Marotta e Scaroni, mentre Joe Barone della Fiorentina perentorio ha urlato: «L’argomento non è all’ordine del giorno».

Notizie Calcio Napoli