Repubblica - Napoli addetto allo sperpero, Milan alla concretezza: occasioni in serie sbattono su Donnarumma

24.11.2020
01:00
Redazione

L'analisi di Napoli-Milan

Ultime calcio Napoli - L'edizione odierna del Repubblica si sofferma sull'analisi del match tra Napoli e Milan. Dal quotidiano si legge:

Il Napoli pareva intirizzito: più che dal freddo, dalla difficoltà di ribaltare l’azione. Gattuso aveva preparato la trappola per attirare fuori zona Romagnoli e approfittare delle uscite di Hernandez: gli scambi di posizione tra Politano e Lozano, trequartista e ala destra teorici. Ma quando la fuga di Politano a inghiottire Romagnoli è stata vanificata dal recupero di Kjaer, si è capito subito il copione: Napoli addetto allo sperpero, Milan alla concretezza.

Dopo un destro di Çalhanoglu respinto da Meret, è arrivata la prima perla di Ibra: ha fiutato il cross di Hernandez e ha bruciato Koulibaly con una testata verso l’angolo più lontano. La sferzata ha spinto il Napoli a fabbricare occasioni in serie. È entrato allora in scena l’altro fuoriclasse Donnarumma: la sua parata a una mano su girata ravvicinata di Mertens è un capolavoro. Non lo è stata, sul corner conseguente, la traversa in mischia di Di Lorenzo dentro l’area piccola: la fisica lo escludeva. Escludeva anche la possibilità di entrare in porta col pallone, come i palleggiatori di casa hanno spesso preteso di fare in assenza di un terminale, cioè l’infortunato Osimhen. 

Notizie Calcio Napoli