Ibrahimovic-Napoli, CorSport: contatti diretti ADL-Raiola, due ostacoli frenano l'affare. Zlatan apre ad uno sconto sull'ingaggio

21.11.2019
07:40
Redazione

Ibra-Napoli, lo svedese apre ad uno sconto sull'ingaggio. Due ostacoli frenano l'affare secondo il Corriere dello Sport in edicola

Calciomercato Napoli - L'edizione odierna del Corriere dello Sport ritorna a scrivere della possibilità che Zlatan Ibrahimovic possa giocare nuovamente in Italia il prossimo gennaio. Il club più avanti in questo momento è il Milan: Raiola nei giorni scorsi è stato nella sede del club milanista con cui ha parlato della situazione contrattuale di Bonaventura e Romagnoli. L'occasione ha voluto si discutesse anche di Zlatan. Tra le squadre interessate, non bisogna però trascurare il Napoli.

Mercato Napoli, sfida col Milan per Ibrahimovic 


 
"Quanto costa Ibra? Tanto, tantissimo, e proprio qui il carro si era fermato qualche anno fa. Traduzione: doppia cifra, almeno dieci milioni netti fino al 2021, ma con possibili sconti. Già, attenti: lui mica viene per sei mesi, per darti una mano e per poi salutare. Hai bisogno di dio Zlatan, mi dai

almeno diciotto mesi di tempo, fino all’alba dei quarant’anni che - se l’accordo fosse fino a giugno 2021 - festeggerei appena 93 giorni dopo la mia nuova scadenza in rossonero? Il Milan ci sta ragionando, vorrebbe metterci un’opzione da esercitare a fine stagione, ma la distanza tra l’opzione e direttamente 2021 molto spesso diventa talmente piccola da essere insignificante. Quindi, 2021. Zlatan ha inserito la Serie A in cima alla lista e ha ascoltato tutti. Mihajlovic spesso, a conferma di un rapporto fraterno, di amicizia vera. Ma dal “vediamo, non dipende da me, aspetto Mino”, non siamo passati a una fase davvero operativa, malgrado la volontà del club e le missioni di Di Vaio. Normale che Ibra aspetti il Milan, con tutto il rispetto per il Bologna. Avrebbe voluto il Napoli, chiudere la carriera in una città che l’ha stregato sarebbe il massimo. Diciamo “sarebbe” perché, dopo i sondaggi di De Laurentiis e i contatti diretti con Raiola, oggi Ancelotti ha altre esigenze. Una: ritrovare la squadra e i risultati. Un’altra: il sovraffollamento in attacco dovrebbe comportare la partenza di uno degli attuali specialisti offensivi. Ma De La è imprevedibile".

Notizie Calcio Napoli