Rai, Paganini: "Insigne? Bel braccio di ferro con ADL. La cessione purtroppo è un'ipotesi concreta"

17.07.2021
02:00
Redazione

Paganini su Insigne

Napoli Calcio - A Radio Punto Nuovo nel corso di Punto Nuovo Sport Show è intervenuto Paolo Paganini, giornalista Rai:

"Caso Spezia? Al di là di quello che abbiamo visto sulla questione Superlega, dal punto di vista di chi governa il calcio non c'è una linea comune e chiara. Io credo che ci debba essere una linea comune e non la vedo come nel caso dello Spezia. È diventato uno sport solo di élite il calcio? Viene governato solo da chi ha grossi capitali come quelli del Qatar? Questa è una vicenda che risale alla precedente proprietà dello Spezia, se ci sono delle irregolarità La Spezia va punito. Ma, la lente di ingrandimento deve valere per tutti, non solo per i piccoli club. Il City doveva stare fuori dalla Champions per due anni e invece stata completamente ribaltata la prima sentenza. C'è una linea comune o no? È stato fatto un europeo itinerante in stato

di emergenza covid. Le regole del fair play finanziario valgono o non valgono più? Il mercato lo stanno facendo solo due squadre in questo momento in Europa, il PSG e il Manchester City.

Giroud? Il PSG ha preso Hakimi ad 80 milioni di euro, che l'emergenza codice che ha creato una situazione piuttosto cristallizzata in Italia. Il Milan ha perso 0 un giocatore del valore di Donnarumma ed è una situazione questa che dal punto di vista economico va studiata bene e penalizza il discorso del mercato non solo del Milan. Caso Italiano? Quando l'allenatore firma 15 giorni prima accettando tutte le condizioni, poi il 27 di giugno vedi che la Fiorentina contatta direttamente il tecnico insistendo sulla clausola rescissoria, anche qui dobbiamo riflettere sulle regole. Insigne? Un bel braccio di ferro, la possibilità che il Napoli possa cederlo all'estero è piuttosto concreta. Non è un bel segnale che non si siano parlati. Mi auguro che Insigne non vada via da Napoli".

Notizie Calcio Napoli