Higuain-Zapata, la 'strana' variante che funziona: perchè non riproporla in Europa?

08.12.2014
18:00
Alessandro Marrazzo

Sembra la soluzione più affidabile al momento, proprio quella che sembrava meno attuabile per due motivi non sottovalutabili: le caratteristiche dei protagonisti che devono metterla in pratica e l'integralismo tattico di chi deve dare il via libera. Parliamo dell'ipotesi di un tandem d'attacco Higuain-Zapata dal primo minuto, ipotesi che qualche settimana fa avrebbe strappato un sorriso a chiunque e che adesso potrebbe trovare inaspettatamente applicabilità. Effettivamente le caratteristiche fisiche e tecniche del colombiano e dell'argentino sono molto simili e poco compatibili, ma le statistiche, proprio i numeri su cui fa tanto affidamento Benitez, parlano a loro favore. Sia negli ultimi minuti con la Sampdoria che al San Paolo contro l'Empoli, l'inedita coppia d'attacco ha fruttato gol importantissimi che hanno salvato il Napoli. Avere due punte più presenti in in area di rigore e pressanti sulla linea difensiva avversaria,

fa si che si dividano le attenzione dei marcatori, dando meno punti di riferimento, cosa che con il modulo ad una punta non avviene. Altra ipotesi di 'convivenza' tra i due centravanti azzurri, sarebbe l'arretramento di Higuain dulla trequarti, nel ruolo di Hamsik. Lo slovacco sembra essere caduto in un sonno profondo e non riesce a dare un contributo adeguato alla squadra e l'argentino in quella posizione, anche se giocherebbe più lontano dalla porta, ha dimostrato di avere tra i suoi colpi, una grande lettura del gioco, dell'inserimento dei compagni, e sa come metterli davanti alla porta con una precisione da numero 10. Insomma, nel buio della pareggite che sembra aver colpito gli azzurri, una nuova arma tattica sembra essere nell'arsenale offensivo partenopeo, se poi sarà utilizzata per annichilire subito il nemico o per raddrizzare le sorti di una battaglia che si sta mettendo male, è una scelta che spetta solo a Rafa Benitez.

Notizie Calcio Napoli