Calendario SSC Napoli 2019, Formisano: "San Paolo? I lavori saranno degni di nota! Ancelotti entusiasta, mi ha chiesto solo di non fare Babbo Natale" [VIDEO CN24]

14.12.2018
16:40
Redazione

Alessandro Formisano, Head of Operation, Sales & Marketing della SSC Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa per la presentazione del calendario 2019 del club azzurro.

15.22 - Termina la conferenza stampa.

15.19 - Formisano: "Marketing Napoli nel 2018? Tutti gli anni sono in crescita, l'indice è positivo e noi stiamo cercando di raggiungere obiettivi oggettivamente complicati. L'anno scorso abbiamo inaugurato una mostra al MANN, sei mesi prima non era nemmeno nei nostri pensieri. Conta la qualità di ciò che facciamo, il 2018 è stato un anno di grande soddisfazioni"

15.17 - Formisano: "Stadio San Paolo? Le Universiadi erano l'unica importante opportunità per un paese come l'Italia per implementare l'impiantistica sportiva. Manca dal 1990 un grande evento, gli stadi italiani sono fermi da allora. Stiamo portando avanti col Commissario Basile un tavolo tecnico costantemente aperto, ci sono incontri settimanali dove concordiamo gli interventi. Il lavoro al San Paolo sarà degno di nota"

15.15 - Formisano: "Ho voluto inserire una favola? Ho lasciato libera scelta, l'abitudine è quella di sentirsi ciclicamente per le tante idee. L'idea delle favole l'abbiamo avuta da sempre, è un mondo enorme. Ma la metafora importante è che la favola è una metafora della vita, così come il calcio"

15.12 - Formisano: "Distribuzione all'estero del calendario, che obiettivo abbiamo? Negli anni il calendario viene venduto in Italia in circa 60mila copie, all'estero alcune migliaia. E' una questione di distribuzione, il calendario sul tablet non rende in alcun modo. Nessuno sa ancora come andrà a finire, però il calendario quando è nato nel 2007 aveva già la volontà di varcare i confini"

15.08 - Formisano: "Napoli è una favola in italiano? L'abbiamo utilizzato per uscire dal territorio, lo stadio è un luogo che accoglie i tifosi in maniera calorosa: il percorso del Napoli è entusiasmante, cosa meglio può descrivere la situazione come la parola 'favola'?"

15.04 - Formisano: "Il calciatore più coinvolto? Un po' tutti. Ancelotti? Ogni volta mi presento con l'idea del progetto, Carlo è stato non solo entusiasta ma ha voluto posare in più di una foto. Mi ha chiesto solo di non fare Babbo Natale"

15.01 - Formisano: "Col calendario creiamo valore non solo per il Napoli, ma per tutti coloro che operano con noi. Così come nell'ambito dell'economia italiana, il calcio ha un peso importante. Il Napoli crea un indotto di grandissimo spessore, è un asset fondamentale per il contrasto alla contraffazione. Da anni abbiamo una battaglia contro la contraffazione, non solo di carattere etico e legale: in primis come tutela dei consumatori, se un genitori acquista una maglietta falsa non è solo evasione di imposta, è una maglietta prodotta con materiale cancerogeno. Negli anni abbiamo lavorato affinchè la legge prevalesse, magari in qualche edicola di periferia c'è qualche sedicente calendario: chiedo al consumatore se la nostra qualità può essere paragonabile"

14.58 - Formisano: "Noi abbiamo l'obiettivo di creare valore, il calendario del Napoli è un elemento distintivo della strategia del club. Il calendario è un capostipite dello sfruttamento dei diritti di immagine, è uno strumento per rappresentarli con efficienza ed eleganza"

14.56 - Formisano: "Sono state utlizzate 11 giornate di shooting, 23 assistenti, 11 operazioni per produzione video ed effetti speciali, 6 cani di razza e 14 modelle. Gli abiti sono di sartoria teatrale, la quantità di carta per la stampa supera i 200 quintali e le 260 ore di lavoro. Sono stati coinvolti 16 sponsor"

14.53 - Formisano: "La qualità della produzione è riassunta nella clip, negli anni abbiamo avuto una crescita esponenziale: tutte le immagini dei vecchi calendari sono disponibili sul sito internet del club, in questi anni la crescita è stata notevole. Mi piace ricordare due cose: il calendario nasce come sentimento di sfida, il calendario di una squadra di calcio è sempre stato un calendario con immagini di gioco. Non credevo fosse sufficiente dopo dodici anni. Il calendario è stato realizzato nella palestra del calcio Napoli, ricordo al primo anno in un garage con i cannoni che sparavano aria calda. Qualche volta il calendario aiuta i ragazzi a distendersi. La produzione è unica, abbiamo spaziato tra le fiabe internazionali. Chi è stato sul set si è reso conto di esser stato calato in una realtà quasi cinematografica: si è creata una grande atmosfera"

14.48 - Formisano: "E' un appuntamento che va avanti da dodici anni, è un record di longevità per un prodotto realizzato in modo esclusivo e inimitabile nel mondo del calcio. Quando si parla di performance, non è mai dissociata da qualità e costanza nel tempo. Da alcuni anni abbiamo introdotto nel calendario un mood tra tutte le pagine, quest’anno Napoli è una favola: racconti tramandati che rappresentano metafore ed esempi. Cosa c'è di più vicino come il calcio? Ogni giorno è tramandato di padre in figlio, è un esempio di ciò che avviene. Con il fondamentale ausilio del fotografo Diego Santangelo abbiamo esplorato il mondo delle favole"

Le Ultime Notizie