Cannella: "Lobotka merito di Spalletti: il suo rendimento è cresciuto a dismisura. Kim? Giuntoli tra i più tenaci del calcio Europeo"

22.09.2022
23:30
Redazione

Ultime calcio Cannella analizza il momento del Napoli

A Radio CRC nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Giuseppe Cannella, operatore di mercato:

Cannella sul Napoli

“Il nostro campionato? Oggi la classifica dice che chi spende meno fa più punti. I più bravi sono quelli che spendono meno e in questo momento hanno una classifica che piace. Il Napoli doveva ringiovanirsi e cambiare perché erano arrivati calciatori come Mertens, Insigne e Koulibaly al ‘capolinea’ nel contesto del calcio italiano. Vorrei dare tanti meriti di questa nuova vita del Napoli ad un allenatore che in Italia è il numero uno: Luciano Spalletti. Se lo lasci lavorare, una rosa da 4º o 5º posto te la porta al 2º o addirittura a lottare per vincere il campionato. Se gli affidi un Lobotka utilizzato dagli altri col contagocce e lui lo porta a giocare a calcio, i meriti di valorizzazione del prodotto sono del tecnico. Io sono simpatizzante della Roma, la migliore Roma che ricordo è quella di Spalletti. Giuntoli è un operatore molto tenace. Se parliamo di Kvaratskhelia il giocatore è appetito da molti club. È stato nascosto un po’ dalla guerra, ma il Napoli è stato tenace a non mollare la presa. Se parliamo di progressi, l’ultimo scouting del Napoli è andato molto meglio del primo. Gli ho portato tanti buoni giocatori, me li ha bocciati tutti. Due anni fa gli ho offerto Nuno Mendes e oggi è un punto di forza del PSG. Quando ti propongo Mendy che adesso gioca al Real Madrid a soli 2.5 milioni, devi prenderlo in considerazione. Kim è costato 2.5 milioni dai Turchi, poi tu arrivi dall’Europa e lo paghi 15, la bravura dov’è? Io ritengo Giuntoli uno dei direttori sportivi più tenaci del calcio Europeo. Oggi il Napoli sta facendo bene in una classifica europea e nazionale. Andiamo a Udine e a Bergamo dove giocatori giovani sono primi in classifica. Il Manchester United su Kim? Il Napoli deve pensarci immediatamente. Se vengono a prendersi Kim, devi prenderne un altro come lui. Perché se fai una plusvalenza di circa 30 milioni in 6/7 mesi c’è anche da chiederselo? Se hai uno scouting importante e un direttore sportivo importante, già devi sapere che se arriva un’offerta per Kim, devi avere il sostituto pronto. La Nazionale? Fa parte del coraggio. Il decreto crescita non abbiamo la cultura di utilizzarlo bene. Con scouting e decreto crescita vai all’estero e ti costa molto meno il giocatore. Se sei costretto economicamente a prenderli dall’estero questi talenti, gli italiani vengono penalizzati”.

Tutte le news sul calciomercato Napoli e sul Napoli

Notizie Calcio Napoli