08.12.2018
06:30
Redazione
Ghoulam insieme a Koulibaly

Il dott. Giordano a CN24: "ADL sogna di vincere tutto a Napoli... anche la Champions! Ghoulam guarito, ma occhio all'aspetto psicologico. Su Meret..."

Antonio Giordano, noto accademico e genetista della Sbarro Institute, ha rilasciato alcune dichiarazioni a "CalcioNapoli24 Live", trasmissione in onda su CalcioNapoli24 TV. Ecco quanto affermato: 

"Proseguono gli studi con il Napoli e danno ottimi risultati, basti pensare che questa è la squadra in ambito europeo subisce meno infortuni. I nostri esami infatti ci permettono di individuare e di prevenire delle problematiche nel 90% dei casi. L'infortunio di Meret è traumatico, non può essere previsto. Inoltre bisogna considerare che il braccio per un portiere è una zona delicatissima, per questo il recupero è stato un po' lungo. Nel nostro studio scientifico si è aggiunto un altro fattore: adesso Ancelotti è estremamente interessato a questo approccio a differenza dei precedenti allenatori azzurri. Lui è molto attento all'aspetto psicologico e questo è un fattore che fa migliorare le prestazioni dei calciatori. Così, il Napoli avrà una longevità ancora maggiore.  Circa tre anni fa fui contattato da Ancelotti per introdurre questa tecnologia al Bayern Monaco. Sarri non aveva alcun interesse su questa tecnologia, mentre Benitez lo ha apprezzato tardivamente. Adesso mi ha contattato per mettermi in contatto con il suo staff. Ad Amorosi ci sarà tutto lo staff del Napoli, insieme ad altri esperti, e si parlerà, tra le tante cose, anche dei neuroni a specchio. E' una delle teorie che si stanno applicando ai progetti di ricerca associati al Calcio Napoli e ad altre squadre. La serietà della società ha permesso di creare un peccanismo perfetto fatto di grande professionalità. Il sogno di De Laurentiis è di vincere tutto con il Napoli, anche la Champions League. Ghoulam è clinicamente guarito. Quando i calciatori recuperano da infortuni così, anche quando guariscono, impiegano un po' di ulteriore tempo prima di tornare ai livelli raggiunti prima da un infortunio. Involontariamente, si vede che evitano il contrasto ed hanno delle paure che vengono eliminate nel tempo".

Le Ultime Notizie