Kalidou Koulibaly, difensore centrale del Napoli

Koulibaly: "Sarà una sfida molto dura, i tifosi dovranno sostenerci! Siamo al 50 e 50, il Barcellona non è solo Messi"

25.02.2020
19:18
Redazione

Koulibaly parla della sfida con il Barcellona a Uefa.Com

Notizie calcio NapoliKalidou Koulibaly, difensore centrale del Napoli, ha rilasciato un'intervista a UEFA.com:

“Messi? Tutti lo conoscono, è sicuramente uno dei migliori al mondo se non il migliore in assoluto. Sarà una sfida molto dura per il Napoli. Tutti dovranno essere al 100%, sia fisicamente che mentalmente. I tifosi dovranno sostenere la squadra. Lo fanno sempre, quindi di quello non bisognerà preoccuparsi. Bisognerà approcciare la gara come una partita qualsiasi, pur sapendo che ogni attaccante del Barcellona può creare problemi, lui in particolare.

Il calcio però è uno sport di squadra e contro il Barcellona bisognerà fare attenzione tantissime cose, cercare di non farli giocare come vogliono. Il Napoli dovrà cercare di sfruttare i suoi punti di forza e fare la sua partita. Sarà 50-50, la squadra si è preparata al meglio per entrambe le sfide e farà di tutto per passare il turno. Di fronte c'è una grande avversaria, bisognerà dare tutto.

Messi è il migliore o uno dei migliori insieme a Cristiano Ronaldo e Neymar. Sono i giocatori che tutti i calciatori e tutti i giovani appassionati di calcio sognano. Ma ripeto: il Barcellona non è solo Messi. E’ una squadra piena di talento e molto pericolosa.

Sarà una partita difficile, quindi servirà l’aiuto di tutti in difesa, anche dei centrocampisti e degli attaccanti. Bisognerà difendere da squadra in una partita speciale come questa. Manolas è un top player e lo è anche [Nikola] Maksimovi?, quindi non ci sono problemi.

Ci ha trasmesso la sua mentalità. Prima del suo arrivo eravamo un po’ in difficoltà. Lui ci ha portato la sua voglia di vincere. Ha cercato di trasmetterci la mentalità che aveva da giocatore. Non è facile ma credo ci stia riuscendo.

Gattuso? E’ anche un allenatore che ascolta molto i giocatori, ama stare vicino ai calciatori. Durante le partite non è quasi mai seduto in panchina. Continua sempre a dare consigli. Cerca sempre di galvanizzarci perché stavamo giocando senza quella determinazione che serve in ogni partita”

Notizie Calcio Napoli