L'ex arbitro Iannone: "Gasperini dopo Napoli ha messo le mani avanti e ha alzato la voce, non vuole che l'Atalanta venga messa da parte"

28.02.2021
01:00
Redazione

L'ex arbitro Iannone parla di Gasperini dopo Atalanta-Napoli

Napoli - L’ex arbitro Antonio Iannone, è intervenuto a “Donne nel Pallone – Speciale 90 minuti”, programma condotto da Sonia Sodano e Gabriella Calabrese in onda su Radio Onda Sport.

Arbitri europei diversi da quelli italiani? In Italia si tende a fischiare di meno, a soprassedere sui piccoli falli per permettere alle squadre di giocare con più continuità, in Europa il discorso cambia. L’approccio alla tecnologia VAR è anche diverso. Bisogna pensare che un arbitro catalogato in un’organizzazione UEFA, ha delle caratteristiche e un background

tale da permettergli la permanenza in una categoria d’elite e quindi di assumersi più responsabilità sugli episodi. Di conseguenza, la chiamata al VAR è più sporadica.

Dichiarazioni di Gasperini? Lui è un allenatore abile ed esperto, sa quello che fa, del resto, il cammino dell’Atalanta è notevole anche in Europa. Con le dichiarazioni relative alla partita col Napoli ha voluto mettere le mani avanti per evitare che anche in futuro il suo club venga messo da parte e per questo ha alzato la voce. Ci sta non essere d’accordo con un arbitro per un episodio, l’importante è non schierarsi contro l’intera categoria a priori.

Notizie Calcio Napoli