Milan, Pioli in conferenza: "Daremo il 200% per i nostri tifosi, faremo una partita seria! Napoli da scudetto e motivato, non saremo da meno"

22.11.2019
14:47
Redazione

Stefano Pioli, allenatore del Milan, ha presentato così in conferenza stampa la partita di domani contro il Napoli

Ultime notizie calcio Napoli - Stefano Pioli, allenatore del Milan, in conferenza stampa ha presentato così la partita di domani contro il Napoli. Ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24:

14.32 - "Voci di mercato? interessano più a voi, siamo concentrati solo sulla partita di domani. I tifosi non ci hanno mai fatto mancare il sostegno, anche domani sarà così e quindi daremo il 200%".

14.33 - Si riparte dalla gara contro la Juventus? "Per prestazione sì. Non so se è meglio gicoare contro una squadra che se la gioca apertamente come il Napoli, dobbiamo avere una interpretazione della gara propositiva. Rispettiamo il Napoli ma noi non siamo da meno, dobbiamo giocare da Milan e per il Milan".

14.33 - Caldara? "Si allena ma non sta bene, giocherà con la Primavera per mettere ritmo. Ha bisogno di ancora un paio di settimane per colmare il gap con i compagni".

14.34 - Conti e Bonaventura? "Più giocatori avrò a disposizione meglio sarà, è importante la competitività. Stanno bene e sono disponibili per domani".

14.35 - Piatek? "Ho avuto modo per rivedere l'ultima gara e capire tante cose, ha fatto bene contro la Juventus. Poteva anche segnare ma ha lavorato molto bene. Le prestazioni sono in crescita, è chiaro che per me resta un centravanti d'area. Più riusciamo a riempire l'area più lo agevoliamo".

14.36 - Sistema di gioco? "Ho scelto questo modulo perché credo che così la squadra stia meglio in campo. Kessie? La mia intenzione è di recuperare tutti, poi dipenderà dalla loro volontà. Si è allenato solo ieri e l'ho visto bene, non sono mai per chiudere la porta per nessuno. Ci sta sbagliare ma dipende da loro avere gli atteggiamente giusti. Ho sensazioni positive sul nostro lavoro. Abbiamo lavorato con attenzione e disponibilità in queste due settimane, siamo consapevoli delle nostre qualità e dei nostri limiti".

14.39 - Napoli spalle al muro? "Non posso giudicare quello che è successo a Napoli ma troveremo una squadra motivata e con qualità ma noi non saremo da meno".

14.39 - Momento per mostrare il volto del Milan?

"Sarebbe facile, per noi ogni partita deve essere quella della svolta. Ci sarà uno stadio pieno, una classifica da migliorare ed una squadra forte da affrontare. Gli stimoli non ci mancheranno e sono convinto che faremo una partita seria".

14.40 - Classifica? "La squadra è consapevole e mi sta dando segnali chiari. Dovremo essere precisi sia tecnicamente che tatticamente perché il Napoli è una squadra completa".

14.41 - Ibrahimovic? "E' un grande campione. Punto e chiudo qua. E' presto per parlare, dobbiamo pensare solo al campo e ad allenare bene i ragazzi. Poi quello che sarà il mercato di gennaio se ne parlerà in futuro".

14.42 - Rebic pronto? "Le squalifiche di Bennacer e Calhanoglu mi costringono a cambiare, ho varie possibilità e le proverò".

14.43 - Reparti migliorati? "Si attacca insieme e si difende insieme, sbagliato parlare di reparti. Dobbiamo avvertire prima quando c'è il pericolo. Pensiamo al gol preso a Torino: lì è mancata concentrazione determinazione perché non potevamo essere schierati meglio. E' una squadra che deve lavorare e reagire insieme, prevenendo il pericolo".

14.44 - Milan favorito? "Posso solo dire che il gruppo è coeso ed ha la volontà per uscire da questa situazione. Non posso conoscere le situazioni in casa Napoli, non mi riguardano e non mi interessano. Le partite vanno giocate, gli episodi saranno decisivi e dovremo avere massima impressione".

14.45 - Frasi di Calhanoglu e Piatek? "Sento una squadra motivata e consapevole che si aiuta e che lavora. Per quanto riguarda quelle dichiarazioni, non credo che i ragazzi volessero dire che intendono andar via, sono molto legati a questi colori e stanno bene al Milan".

14.46 - Attenzione nel finale? "Abbiamo lavorato sulla condizione fisica e sulle situazioni di gioco, l'interpretazione deve essere diretta all'idea che ogni pallone può risultare decisivo per vincere o perdere la partita".

14.47 - Finisce qui la conferenza stampa di Stefano Pioli.

Milan Napoli Pioli conferenza
Notizie Calcio Napoli