Pardo: "Ora il Napoli può investire e avvicinare la Juve, ora ci sono le energie per l'Europa League"

19.02.2019
23:10
Redazione

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista: “Non so come si colmi il divario tra la Juve e tutte le altre. Il bilancio del Napoli è sano, solido e da grande società con tanta liquidità e adesso c'è la possibilità di investire e provare ad avvicinare la Juve che in questi anni ha costruito il suo impero anche grazie ai rischi di impresa. Cristiano Ronaldo, ad esempio, poteva sembrare un investimento rischioso, ma la Juve ha avuto le spalle larghe per farlo. Non si può chiedere alla Juve di abbassare il proprio livello, né trovare escamotage per rendere competitivo il campionato: sono le altre che devono provare ad avvicinarsi. In campionato il Napoli vive una condizione unica: è certa della Champions e la Juve è troppo lontana. A questo punto, credo debba concentrare il grosso delle energie sull'Europa League. Da qui alla fine del campionato toccherà ad Ancelotti stimolare la squadra: alcune partite avranno stimoli a prescindere e faccio riferimento ai big match, altre invece, serviranno a far giocare chi gioca meno. In Europa League sulla carta non vedo squadre più forti del Napoli, questo non assegna la vittoria automatica agli azzurri, ma di certo dice che potranno giocarsela fino alla fine. Ancelotti non è un allenatore sopravvalutato e questa stagione sarà migliore dello scorso anno perchè il Napoli quasi sicuramente finirà secondo in campionato e poi c'è l'Europa League che può regalare soddisfazioni. Icardi credo sia legato all'Inter e per questo ora deve fare un passo verso la società. Capisco la sua amarezza ma credo debba lasciare da parte l'orgoglio, presentarsi a squadra, società e tifosi e dimostrare il suo valore che conosciamo, con o senza la fascia”.

Notizie Calcio Napoli