Pagelle Napoli-Empoli, i voti: Lozano azzanna, Demme è dappertutto! Lobotka impalpabile, Rrahmani prende fiducia

13.01.2021
19:41
Claudio Russo

Pagelle Napoli Empoli Coppa Italia 2021. Terminano gli ottavi di finale di Coppa Italia per Napoli ed Empoli. Voti Napoli-Empoli su Calcionapoli24

Pagelle Napoli-Empoli - Termina il match allo stadio Diego Armando Maradona gli ottavi di finale di Coppa Italia con il Napoli che batte l'Empoli. Le pagelle di Napoli-Empoli su CalcioNapoli24, con i voti e la spiegazione dettagliata per ogni singolo calciatore azzurro. Voti Napoli-Empoli.

Gattuso

Pagelle Napoli-Empoli, i voti

Meret 5,5 - Il destro di Haas al 12’ non lo impensierisce più di tanto, quello di Bajrami lo sorprende sul secondo palo - e lui resta fermo, con la visuale non perfettamente pulita. Non riesce ad agguantare il raddoppio di Bajrami, ben angolato.

Di Lorenzo 6,5 - Squalificato in campionato, dunque partita piena per lui: buonissimo il suggerimento in verticale per Lozano, ottimo e preciso il colpo di testa del vantaggio - il primo stagionale, gol dell’ex. Lascia quel centimetro di troppo che Bajrami sfrutta sul pari. Accelera con convinzione anche in avvio di ripresa.

Rrahmani 6 - Giustissimo ridargli fiducia dopo l’errore di Udine, fa buona guardia su Olivieri portandolo a fallire la conclusione. Buoni i tempi in chiusura.

Koulibaly 6 - Lo ritroviamo dopo tre settimane, non può e non deve accelerare al massimo: su Matos, al 17’, gli basta mettere il piede. Stessa cosa alla mezz’ora. Spesso deve spostarsi sulla sinistra perchè Lozano non torna quasi mai.

Ghoulam 5,5 - Titolare dopo un mese, tenta di verticalizzare per Lozano e chiude in ritardo sul cross di Zappella che porta Matos a colpire la traversa. Spinge poco sulla sua fascia.

Demme 6 - Rapidità con la palla tra i piedi, una ventata di velocità a differenza di Fabian e Bakayoko: nella prima mezz’ora lo ritroviamo un po’ dappertutto, sempre a metterci il piedino. Poi perde un po’ di verve, non chiude sul 2-2 di Bajrami. (Dall’88’ Bakayoko SV)

Lobotka 5,5 - Prima da titolare stagionale in Italia (dopo le tre in Europa League): l’Empoli fa densità in mezzo al campo e inizialmente si limita al compitino. Poco pericoloso al tiro nel primo tempo, resta a guardare la rovesciata di Matos. Non è assillato dal pressing, non lascia tracce indelebili. (Dal 70’ Fabian 5,5 - È lento anche al tiro poco dopo l’entrata in campo, l’Empoli lo aiuta con l’immobilismo

nell’azione in cui colpisce il palo)

Politano 6 - Buon asse con Di Lorenzo quando quest’ultimo si sovrappone, è sempre un pericolo quando ha la palla tra i piedi. Un pizzico in ritardo nell’azione del pareggio, nella ripresa sfiora il 3-1 con un tiro deviato. Irruento, meritava più concretezza. (Dal 62’ Insigne 5,5 - Si va a posizionare tra le linee, non fornendo punti di riferimento al fianco di Elmas. Spreca il 3-2 al 71’, si ripete più tardi)

Elmas 6 - Nella posizione avanzata gioca fronte alla porta, fornisce sponde ed appoggi a Demme e Lobotka. Poi si mette in proprio, accentrandosi da posizione più esterna, e impegna Furlan al 32’. (Dal 70’ Zielinski SV)

Lozano 6,5 - Trasloca sull’altra fascia al posto di Insigne, ma è dal centrodestra che trova la mattonella giusta per impegnare Furlan. Pregevole l’esterno destro con cui assiste Di Lorenzo per il vantaggio, azzanna l’inesperienza di Zappella strappandogli il pallone e scaraventandolo violentemente all’incrocio. Sfiora tutta la linea di porta su suggerimento di Insigne.

Petagna 6 - Fisicamente al limite dell’ingiocabile, ma non aggancia e non fa sponda al 15’ - al 21’ invece serve bene Lobotka. In avvio di ripresa si traveste da possibile assistman, ma Elmas non riceve la palla giusta. Al 56’ fa tutto bene, poi calcia in modo fiacco. Si sbatte ed è da apprezzare, ma potrebbe utilizzare il fisico per creare spazi: quantomeno si fa trovare pronto sul 3-2. (Dall’88’ Llorente SV)

Gattuso 5,5 - Cambia mezza squadra in un match che serve per ritrovare fiducia, contro una squadra che non fa della Coppa Italia una priorità: eppure nel primo quarto d’ora l’Empoli riesce ad arrivare con facilità nei pressi dell’area di rigore. La differenza di livello si nota - a Lozano basta accelerare nell’azione del vantaggio, e approfittare del giovane Zappella sul 2-1 -, ma i tre attaccanti non aiutano molto in fase difensiva, e l’Empoli non resta a guardare. Mantenendo i ritmi bassi, i toscani riescono ad organizzare la linea difensiva per poi ripartire - trovando il pari su un contrasto vinto in mezzo al campo. Ritmo migliore nella ripresa, con un Napoli maggiormente padrone del gioco ma senza il gol della sicurezza per un po’ - l’Empoli colpevolmente si abbassa troppo. Poca reattività sul gol del 2-2, fortunato a trovare il gol vittoria: contava vincere, va bene, ma tenere vivo fino all’ultimo minuto il rischio di pareggiare ed andare ai supplementari contro le riserve di una squadra di Serie B - alla quale vanno fatti i più grossi complimenti - non regala totale ottimismo per le prossime partite.

Notizie Calcio Napoli