Coronavirus, allarme rientrato a Napoli: ma ci sono 23 nuovi casi, colpita la zona Vomero

28.07.2020
11:40
Redazione

Coronavirus Napoli, allarme focolaio rientrato ma 23 nuovi casi nelle ultime 2 settimane. La Zona Vomero una delle più colpite

Notizie - Covid-19, arrivano aggiornamenti non del tutto positivi da Il Mattino, riguardo la situazione di Coronavirus a Napoli. In due settimane sono cresciuti di 23 unità i casi, passando da 1019 (contati dall'inizio dell'epidemia alla data del 13 luglio) a 1042 (aggiornati a ieri). Di questi gli asintomatici sono 15 mentre 8 presentano sintomi lievi. Dei 23 nuovi casi 14 sono in isolamento domiciliare, nove invece i ricoverati presso il Covid center dell'ospedale Del Mare, uno al Cotugno e uno a Scafati (3 in più rispetto a due settimane fa). Tra i pazienti in ospedale ci sono anche alcuni asintomatici tra quelli che devono effettuare altri interventi medici e chirurgici. In totale dunque gli attuali ricoverati residenti a Napoli sono 11 di cui due con diagnosi Covid effettuata in data precedente al 13 luglio. Si registra infine un decesso. I nuovi casi sono distribuiti in poche unità per molti distretti e quartieri tranne gli otto casi concentrati a Scampia, legati al focolaio del campo Rom, e 5 all'Avvocata, contatti stretti di un caso positivo. Si registra poi un nuovo caso a Piscinola, uno a Pianura, 2 al Vomero, 3 all'Arenella, 1 a San Carlo All'Arena, 2 a Poggioreale e 1 a Vicaria. Ieri mattina intanto si è svolta una riunione operativa al

Cotugno per verificare le procedure organizzative da mettere in atto nell'eventuale passaggio dalla attuale Fase A (a bassa incidenza epidemica) alla Fase B di recrudescenza epidemica sperando di poter scongiurare la fase C di piena ripresa epidemica temuta per l'autunno. 

Notizie Calcio Napoli