Da Perugia - Eliminati a testa alta, la squadra ha reso onore agli oltre 600 tifosi perugini al San Paolo

15.01.2020
02:00
Redazione

Il Perugia è uscito battuto (0-2) nel match del San Paolo, ma comunque a testa alta. Il pass per i quarti di finale l'ha staccato il Napoli di Gattuso, la squadra di Cosmi ha comunque reso onore agli oltre 600 tifosi del Grifo partiti da Perugia per seguire dal vivo il nuovo debutto ufficiale dell'uomo del fiume sulla panchina biancorossa.

Il Napoli ha segnato due volte nel primo tempo, sempre con Insigne e sempre su calcio di rigore: il primo per fallo di Nzita su Lozano, il secondo assegnato con l'ausilio del Var per un tocco di mano di Iemmello. Lo stesso Re Pietro, nel recupero, ha poi fallito il penalty (il primo degli 8 in stagione) che poteva riaprire la gara. Nella ripresa il Napoli ha rifiatato, il 3-5-2 biancorosso ha preso campo, anche grazie a qualche ritocco dalla panchina, e

Falcinelli è andato vicino al bersaglio con un bel colpo di testa finito a lato.

La prima di Cosmi era proibitiva per l'alto tasso tecnico partenopeo che ha superato le difficoltà psicologiche del momento che sta vivendo la squadra di Gattuso. Il tecnico ponteggiano ritorna a Pian di Massiano con qualche elemento in più in valigia per rinvigorire il Grifo. L'esperimento di Buonaiuto mezzala è stato negativo, il 3-5-2 è sembrato invece rigenerante per l’intesa fra gli attaccanti. In particolare la vivacità di Falcinelli, il migliore fra i grifoni, è una piccola onda da cavalcare. Soprattutto in vista della grande emergenza che accompagna il Perugia, alla ripresa del campionato, verso la trasferta di sabato in casa del Chievo.

Fonte : calciogrifo.it
Notizie Calcio Napoli