Foggia sotto choc: triplice attentato contro proprietari del club ed i calciatori Iemmello e Busellato dopo il derby perso

10.03.2019
11:15
Redazione

Una bomba carta al pastificio Tamma, di proprietà dei fratelli Sannella, patron della squadra di calcio. E poi l’ auto incendiata al bomber Pietro Iemmello. Per finire con un’altra bomba carta nel giardino dell’abitazione del centrocampista Busellato. Sono con ogni probabilità gli effetti del derby perso dal Foggia a Lecce per 1-0. Sui due accadimenti indagano i carabinieri del comando provinciale di Foggia: «Sull’incendio dell’auto del calciatore - spiega il comandante provinciale Marco Aquilio - abbiamo ricevuto una chiamata all’1 e 45 della notte tra sabato e domenica. La bomba carta è successiva e su questo episodio stiamo analizzando le immagini della sorveglianza: probabilmente è stata lanciata dall’esterno dello stabilimento». Che il clima intorno al Foggia, dopo la sconfitta nel derby, non fosse dei migliori, era chiaro alle forze dell’ordine: sabato sera, infatti, polizia e carabinieri avevano deciso di pattugliare lo stadio in attesa dell’arrivo della squadra di ritorno da Lecce. Il Foggia stazione nei bassifondi della classifica di serie B dall’inizio del campionato, anche a causa di una penalizzazione di 6 punti per illeciti amministrativi.

Fonte : corrieredellasera.it
Notizie Calcio Napoli