De Laurentiis: "Stasera deve giocare Milik! Mertens e Callejon? Sono strapagati! Ibrahimovic al Napoli più di una suggestione, se ne parla da mesi" [VIDEO CN24]

23.10.2019
12:09
Redazione

De Laurentiis torna a parlare di calciomercato prima di Salisburgo-Napoli e lo fa aprendo le porte all'arrivo di Ibrahimovic. Poi su Mertens e Callejon insiste: "Ecco quanto gli offro"

Ultimissime mercato Napoli calcio. Il presidente Aurelio De Laurentiis ha rilasciato alcune dichiarazioni prima del pranzo Uefa con la dirigenza del Salisburgo, in attesa della sfida di stasera, valida per il terzo turno della fase a gironi di Champions League.

Salisburgo-Napoli, parla De Laurentiis

Innanzitutto, De Laurentiis si è mostrato infastidito dai commenti degli addetti ai lavori che dubitano delle reali possibilità del Napoli di passare il turno: "Dopo 10 anni che giochiamo in Europa e ci sentiamo fare certi discorsi, essere trattati come una provinciale dà fastidio. La squadra è composta da professionisti strapagati e sanno, da professionisti,  che devono fare il proprio lavoro. Mi auguro ci sia da parte loro che siano attaccati anche ai colori e la maglia. Non mi aspettavo nulla di più perché quando nell'arco di 18 mesi prendi 12 calciatori nuovi devi farli ambientare". 

De Laurentiis sulla Serie A

"Parole di ieri? Non devo approfondire, quando uno ad un certo punto vede che qualcuno di fuori fa il gioco del massacro, non si sa con quale logica e con quale spirito, uno deve rimandare al mittente certe provocazioni. Quindi il modo più estemporaneo e colorito ti fa rilassare. Io ci credo, credo in quella che era la napoletanità della mia famiglia. I miei familiari mi hanno insegnato il profumo di quella libertà intellettuale, che è un ricchezza unica e irrinunciabile. Mi sento paladino di questa libertà e quando vedo qualche stolto che vuole ferire mi arrabbio: Napoli è una filosofia di vita, un plus.

L'onestà intellettuale? In qualche considerazione non la riscontro, c'è un bellissimo articolo oggi (De Laurentiis cita l'articolo di CalcioNapoli, ndr) che dice 'Il Milan ha fatto una modesta partita pareggiando 2-2 contro una squadra che ci ha messo del suo, il Lecce'. Però i giornali più importanti hanno esaltato il Milan come si deve fare quando sono giornali che difendono Milano, da sempre la capitale del calcio come Torino. In questo modo tutti si schierano con il Nord e non con il Sud

Se ho sentito Cellino? Non per Tonali. Noi della Lega di A finanziamo tutto lo sport italiano, quindi tutto il calcio così come la Figc. Se però nel consiglio federale contiamo il 12% e non il 51% solo per le decisioni di A. Vorrei prendere le decisioni per il 51% di tutta la serie A, l'ho detto da tempo a Gravina che è una persona degna del ruolo che ricopre. Spero che la mia squadra possa tamponare questa grande forza degli avversari

". 

De Laurentiis su Lozano

Le prestazioni non esaltanti di Hirving Lozano hanno destato diversi sospetti sulle sue reali qualità. Lozano è stato l'acquisto più pagato dell'era De Laurentiis, e il presidente ci ha tenuto a rivendicare il suo investimento: "Quando leggo che Lozano non è forte, mi faccio una risata e mi chiedo: perché 'sfruculiare' il pasticciotto? Lozano viene da un altro calcio e deve conoscere il nuovo allenatore, i compagni e tanto altro".

De Laurentiis e il rapporto con Ancelotti

Dopo le tante supposizioni su una presunta lite tra De Laurentiis e l'allenatore del Napoli, il presidente ha informato la stampa sulle ultime novità del loro rapporto: "Non ho visto Ancelotti e la squadra stamattina. Con il mister abbiamo visto insieme le due gare delle italiane in Champions. Chi vorrei al fianco di Mertens stasera? Non entro nel merito della formazione perché decide Carlo, sicuramente giocherà Milik perché deve giocare".

De Laurentiis su Mertens e Callejon

Inevitabile che si tornasse a parlare del futuro di Mertens e Callejon, dopo le recenti dichiarazioni di De Laurentiis che lasciano trasparire perplessità sulla loro permanenza a Napoli: "A loro due ho fatto una proposta di allungamento di contratto. Per me sono super pagati per l'età che hanno, se vogliono andare altrove per più soldi non mi opporrò. Gli ho detto che gli riconosco lo stesso stipendio attuale. Hanno due ruoli diversi ed hanno trattamenti diversi, ne riparleremo". 

Ibrahimovic al Napoli: De Laurentiis apre

Ibrahimovic al Napoli è la suggestione del momento. De Laurentiis ha aperto le porte ad un clamoroso arrivo di Zlatan in azzurro ed ha commentato così questa ipotesi:

"Ibrahimovic è un amico, l'ho conosciuto non da calciatore ma da persona normale a Los Angeles perché eravamo nello stesso albergo. L'ho invitato a cena con moglie e figli passando una serata strepitosa. Sul campo sembra qualcuno mentre in libertà è un'altra persona. Potrebbe essere un desiderio vederlo in azzurro più che una suggestione, dipende da lui. Se ne parla da qualche mese".

De Laurentiis e Ibrahimovic a Los Angeles
Fonte : dal nostro inviato a Salisburgo, Marco Lombardi
Notizie Calcio Napoli