Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli

Gattuso: "Coronavirus? Stiamo vivendo qualcosa di strano, mentalmente è difficile: molti sono infetti e non lo sanno. Ad oggi al calcio penso zero. Totò diceva una cosa..."

17.03.2020
11:11
Redazione

L'allenatore del Napoli Gennaro Gattuso dice la sua sull'emergenza coronavirus

Ultime calcio Napoli - Il tecnico del Napoli, Gennaro Gattuso, ha parlato al quotidiano portoghese Record della delicata situazione relativa al Coronavirus:

"Stiamo vivendo qualcosa di strano, che cambia la nostra vita e la nostra routine. Mentalmente è molto difficile. È impossibile uscire la sera o andare al ristorante. Le scuole e altri servizi sono chiusi. Il Governo ha chiuso tutto e le persone non possono uscire di casa.

Siamo tutti della stessa carne, dello stesso sangue. C'era un comico italiano, Totò, che diceva qualcosa come: possiamo esser nobili o senzatetto, ma alla fine finiamo tutti sotto la stesa terra. Un po' quello che sta succedendo qui.

Questo è un virus silenzioso. Molti sono infetti e non lo sanno. Ad oggi al calcio penso zero.

I nostri figli hanno capito cosa sta succedendo. Le scuole sono chiuse da giorni e devono rimanere a casa: svolgono lezione online e si annoiano, ma capiscono la gravità di ciò che sta accadendo tramite la televisione ed internet.

Inizialmente nessuno ha dato molta importanza al coronavirus, come tutti in Europa: ho avuto modo di parlare con persone che hanno sintomi gravi, ma per i più giovani assomiglia più ad una forte influenza. Non è un problema soltanto italiano, spagnolo oppure portoghese: è un problema di tutti.

Bisogna rimanere a casa, e nel caso si debba andare a fare la spesa, indossare mascherina e guanti, lasciare le scarpe vicino la porta di casa e lavarsi molto bene le mani”"

Notizie Calcio Napoli