Hamsik saluta il 2018: "Splendida l'accoglienza dei 25mila a Capodichino dopo Torino. Nel 2019 voglio vincere un trofeo con il Napoli. Su Sarri e Ancelotti..."

30.12.2018
11:31
Redazione

Marek Hamsik, capitano del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni del suo sito ufficiale. Ecco quanto riferisce il numero 17 del Napoli. 

"Abbiamo iniziato il 2018 primi in classifica giocando un ottimo calcio, ma non siamo riusciti a replicare alla Juventus che ha vinto il campionato. Ricorderemo il nostro l'accoglienza dopo essere tornati vittoriosi da Torino contro la Juventus. Quasi 25.000 tifosi ci stavano aspettando all'aeroporto di Capodichino. Bellissima! Siamo al secondo posto in campionato ora. Siamo a nove punti sulla prima, ma ci sono ancora 19 partite che ci aspettano fino alla fine del campionato. Tutto è possibile. "  

Sulla Champions League

"Nel girone abbiamo giocato grandi partite contro grandi club. Ma non è stato abbastanza per passare. In primavera continueremo in Europa League. Vogliamo arrivare il più lontano possibile. "

Sui record nel Napoli

Sono molto felice di essere entrato nella storia del grande Napoli dopo aver superato Maradona per gol. Apprezzo tutti i record che ho battuto, sono orgoglioso di essere qui da 12 stagioni, è davvero incredibile. Faccio parte della storia di questo club e ne vado orgoglioso, i tifosi sono unici".

Cambio allenatore da Sarri ad Ancelotti

"Sono due fantastici allenatori. Sarri ha fatto un ottimo lavoro. Per tre anni abbiamo giocato un bel calcio, il nostro gioco è stato ammirato dal'Europa inter. Poi abbiamo cambiato in estate. Sulla nostra panchina c'è Ancelotti, che ha già vinto molti trofei. Abbiamo cambiato il nostro modo di giocare, ma stiamo andando bene e stiamo ancora giocando un bel calcio ".

 "Sono diventato cittadino onorario di Castel Volturno, dove si tiene la mostra delle mie maglie, scarpe da calcio, fasce di capitano"

Obiettivi entro il 2019

"La cosa più importante è la salute. Credo che servirà a tutta la mia famiglia. Sarei felice di vincere un trofeo con il Napoli. Siamo competitivi in serie A, in coppa Italia e in Europa League. L'anno 2019 sarà importante e impegnativo anche per la Nazionale"

Le Ultime Notizie