Alex Meret

Il Decreto Walterino che ha rigenerato Meret

27.09.2022
17:00
Bruno Galvan

La svolta di Meret è avvenuta non a caso

Salvatore Sirigu è più di un semplice portiere. Anche se il diretto interessato non lo ammetterà mai, la sua magia ha permesso di creare un'alchimia unica in Nazionale sfociato con il trionfo a Wembley lo scorso anno. I bigliettini recapitati ad ogni suo compagno di squadra sono ancora custoditi dai diretti interessati. Un vero e proprio rito scaramantico così come le frasi sulla lavagna. E' sempre stato uno di carattere a cui non è mai interessato stare sotto i riflettori per prendersi la scena. Se l'Italia deve dirgli grazie per le bordate d'ottimismo date a quello spogliatoio in cui nessuno credeva, ora lo stesso dovrebbe fare Napoli. Quando in estate è arrivato per le visite mediche di rito non ha trovato la folla impazzita come nel caso di Raspadori o Ndombele. Si è messo i guantoni e ha iniziato a caricare a palla Meret dal primo minuto di Napoli.

"Il mio principale difetto? Sono testardo, orgoglioso e dico tante parole brutte" disse in una intervista di qualche anno fa. Chissà cosa avrà detto ad Alex quando lo avrà visto 'indebolito' di testa più che nel corpo. D'altronde parliamo di uno che ama alla follia due film non proprio per teneri come "Il Gladiatore" e "Braveheart". Da bambino voleva fare il fantino ed invece si è trovato in serie A con il Palermo, poi l'esperienza al PSG fino al ritorno in Italia con quella parentesi al Toro che gli ha lasciato non poco rammarico: "Non sono uno che si fa vedere sui social, ma incasso e sto zitto e ogni tanto sputo il veleno. Mi ha dato fastidio che nessuno abbia preso le mie difese: io ho preso le difese di tanti e, almeno per una volta, avrei meritato di essere difeso".

Se il Napoli è riuscito a rivalutare il capitale umano, tecnico e patrimoniale di Meret c'è anche la mano di Sirigu che ha saputo fargli ritrovare quella comfort zone che Alex aveva smarrito negli ultimi anni. E' un bene non solo per Spalletti, ma anche per tutto il calcio italiano il recupero di un portiere così. Salvatore, per gli amici Walterino (soprannome datogli in onore di Zenga ai tempi della Primavera Palermo), è un valore aggiunto per lo spogliatoio. E' sempre facile parlare, giustamente, di Raspadori, Kvara, Simeone e tanti uomini copertina del Napoli. In estate si è parlato molto di Decreto Crescita per il colpo Keylor Navas e della buonuscita dal PSG. Il Napoli ha scelto il 'Decreto Walterino' che ha permesso di rivalorizzare un patrimonio del calcio italiano tra i pali come Meret. 



Tutte le news sul calciomercato Napoli e sul Napoli

RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Calcio Napoli