Dodici incertezze in vista del mercato più delicato degli ultimi anni: Napoli, salva il salvabile!

02.05.2020
10:15
Gaetano Pantaleo

La situazione sul mercato del Napoli

L’Universo Napoli è, mai come stavolta, circondato da una valanga di punti interrogativi. I più grandi ed incombenti sono certamente quelli relativi a Dries Mertens e Callejon. Tra meno di due mesi, e precisamente il 30 giugno, infatti, scadranno i loro contratti. Se per il belga la partita sembra ancora apertissima, con il Chelsea spettatore a dir poco interessato, per lo spagnolo sembra ormai quasi inevitabile l’addio. Delicate però anche le posizioni di Arek Milik e di Piotr Zielinski. Entrambi, infatti, hanno un accordo fino al 2021 ed il Napoli non può permettersi di perdere anche loro a parametro zero. Per il centrocampista le operazioni sono avanzate ma non ancora definite a causa di intoppi relativi all’importo della clausola. Tutto fermo, invece, per l’ex Ajax, che valuta l’addio e che è seguito da Juventus, Arsenal, Chelsea e Tottenham, oltre ai tedeschi dello Schalke 04.

Da stabilire ancora i piani per Lozano e per Llorente, impiegati poco o nulla da Gattuso, e dunque in avanti le uniche certezze, di fatto, rispondono ai nomi di Insigne e di Politano. Da non dimenticare o sottovalutare anche le posizioni di Allan e Koulibaly. Il brasiliano viene da un anno molto complicato: tutto, infatti, è cambiato dai passi mossi dal PSG nei suoi confronti ed ha avuto anche problemi con Gattuso a causa del suo poco impegno in allenamento. Il senegalese potrebbe, invece, cambiare aria dopo sei anni molto intensi ed il Liverpool

sta facendo sul serio per assicurarsene le prestazioni.

A tutto questo, poi, vanno aggiunti i discorsi relativi a Nikola Maksimovic, anche lui con il contratto in scadenza nel 2021, Faouzi Ghoulam, un desaparecido, Elseid Hysaj, che invece quasi sicuramente saluterà Napoli, con o senza rinnovo dell’attuale vincolo che scadrà il 30 giugno, ed Alex Meret, che vuole capire se con Gattuso può trovare o meno lo spazio necessario a completare il suo percorso di crescita. Insomma, dodici effettivi della rosa del Napoli vedono nel loro futuro un enorme punto interrogativo, amplificato dalla pandemia del Coronavirus. Al di là di questa emergenza che comunque complica tutto, però, si ha la netta impressione che tutti i discorsi siano paralizzati dalla questione multe. Ferma la posizione dei calciatori, infatti: prima si risolve e si chiarisce, magari una volta e per tutte, la faccenda e poi si suggellano nuovi accordi e si discute di futuro. 

E’ vero che, come diceva George Gershwin, “la vita somiglia molto al jazz: è meglio quando si improvvisa”, ma andare incontro ad una tempesta come quella del mercato dopo il Covid-19 con tante insicurezze può essere il modo migliore per vanificare tanti anni di ottima, ed a tratti straordinaria, programmazione. Insomma, l'imperativo che caratterizzerà le prossime settimane azzurre sarà, probabilmente, questo, come cantava Bennato: "Salviamo il salvabile!"

Mertens e Callejon Napoli
Notizie Calcio Napoli