Alex Meret, Marko Rog e Amin Younes

Il mancato exploit e l'ultima chance...

16.01.2019
20:00
Simone Scala

Rog pare destinato a lasciare Napoli nel mercato di gennaio. Il motivo del suo mancato exploit in maglia azzurra.

Il 27 agosto 2016 la SSC Napoli annunciava l'acquisto a titolo definitivo di Marko Rog dalla Dinamo Zagabria, dopo una lunga trattativa con i croati. Le aspettative erano altissime, sembrava dovesse sbarcare in azzurro il nuovo Modric. Il centrocampista, sia nella gestione Sarri che in quella Ancelotti, non si è mai imposto nelle gerarchie azzurre, collezionando uno scarso minutaggio tale da fargli saltare il Mondiale con la Croazia che perse la finale contro la Francia. L'ultima esclusione risale a domenica sera nella serata di Coppa Italia contro il Sassuolo, un vero e proprio indizio di mercato: Rog potrebbe esser ceduto nel mercato di gennaio per ritrovare quella continuità persa in azzurro. C'è da dire che la scelta di Ancelotti potrebbe esser stata farlo riposare in vista della Lazio dove Allan sarà squalificato e Hamsik infortunato. La prossima sfida al San Paolo contro i biancocelesti sarà il banco di prova per testare la fiducia del tecnico nel croato.

Il pressing del Siviglia

Il Siviglia vuole il centrocampista croato del Napoli, Marko Rog, come già raccontato più volte nei giorni scorsi. Sono due le condizioni - attualmente - per arrivare alla conclusione positiva del trasferimento.

  • Diritto di riscatto del cartellino fissato a 40 milioni di euro
  • Possibile percentuale su futura rivendita di Rog, oppure la possibilità di recompra del cartellino da parte del Napoli

Le parole di Ancelotti

"Rog alternativa ad Allan? Con i se e con i ma è dura, ho cercato sempre di allontanarli. In questo momento non c'è nessuna possibilità di questo genere, non nascondiamo il fatto che Rog sia il giocatore indiziato per partire in prestito", queste le parole del tecnico azzurro in conferenza stampa.

Il motivo tattico del mancato exploit

In questi anni non è mai riuscito a strappare una maglia da titolare, i motivi sono prevalentemente tattici. Con la Dinamo Zagabria veniva utilizzato da mezz'ala nel 4-3-3 oppure trequartista nel 4-2-3-1. Appena arrivato in azzurro, ha sofferto l'integralista Sarri che gli preferiva Allan o Zielinski al suo posto. C'è da dire che il brasiliano e il polacco con Sarri in panchina hanno mostrato un rendimento ottimo tale da considerarli due dei migliori centrocampisti di Serie A.

Con l'arrivo di Carlo Ancelotti sembrava dovesse iniziare una nuova avventura per Marko Rog, ma le aspettative sono state deluse. Poco utilizzato dal tecnico ex Bayern, il cambio modulo (il 4-4-2, ndr) è un motivo di sofferenza per il croato non essendo né un mediano né un esterno di centrocampo. La sessione invernale per lui è un'occasione per poter trovare continuità altrove perché il Napoli crede nelle sue qualità infatti l'intenzione della dirigenza azzurra è quella di cederlo in prestito.

Il rendimento di Marko Rog

STAGIONE 2018/2019

  • Serie A: 9 presenze, 331 minuti
  • Champions League: 2 presenze, 6 minuti
  • Coppa Italia: 0 presenze

STAGIONE 2017/2018

  • Serie A: 28 presenze, 251 minuti
  • Champions League: 6 partite, 99 minuti
  • Coppa Italia: 2 presenze, 180 minuti
  • Europa League: 1 presenza, 90 minuti

STAGIONE 2016/2017 

  • Serie A: 15 presenze, 374 minuti
  • Champions League: 8 presenze, 595 minuti
  • Coppa Italia: 2 presenze, 173 minuti

di Simone Scala (Twitter: @SimoneScala17)

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO ALLEGATE
Notizie Calcio Napoli