11.05.2018
18:15
Leonardo Vivard

CN24 - Stadio San Paolo, richiesta di De Laurentiis impossibile da attuare in estate. Sopralluogo per l'impianto delle balaustre: la situazione

Si muove qualcosa allo stadio San Paolo. Questa mattina un sopralluogo dell'azienda appaltatrice per l'introduzione delle balaustre. Le stesse saranno costituite da un vetro sufficientemente doppio alla terzultima fila di sediolini del secondo anello. L'opera andrà avanti per 40 giorni ed i lavori dovrebbero iniziare a breve. La struttura sarà impiantata per rispettare i termini di sicurezza in caso di emergenza. 

Stadio San Paolo, impossibile la sostituzione dei sediolini in estate

"I lavori devono cominciare non appena finisce il campionato". Il presidente De Laurentiis ieri si è lamentato circa la durata dei tempi per i lavori allo stadio San Paolo. In particolare riguardo la

chiusura dei settori specialmente nella prima parte di stagione utile per la vendita degli abbonamenti (periodo di Champions Lerague). "Se li facessi io sarebbero già terminati".

E' proprio questo il punto: quando il progetto è finanziato e organizzato da un ente pubblico i termini devono essere rispettati come da pronogramma. Una riduzione dei tempi implicherebbe un aumento dei costi, ecco perchè sarebbe impossibile la chiusura dei lavori entro la fine dell'estate. Questo si tradurrebbe in un aumento dei costi, cosa non prevista al momento trovandoci in una circostanza di finanziamento pubblico. Fondamentalmente De Laurentiis dice una cosa corretta: se li avesse fatti lui sarebbero terminati. Ma dovendo sottostare a termini, denaro e burocrazia pubblica questo è quanto. 

Twitter: @Leonardo Vivard

Riproduzione riservata

Le Ultime Notizie