Andrea Chiavelli, amministratore delegato SSC Napoli

Inchiesta false fatture per la compravendita di calciatori, l'A.d Chiavelli: "SSC Napoli estranea, firmato un atto di trasparenza"

10.10.2019
08:00
Redazione

Andrea Chiavelli, amministratore delegato della SSC Napoli, ha risposto sull'inchiesta per le false fatture sulla compravendita.

Ultime calcio S.S.C. Napoli. In aula risponde l'amministratore delegatore della SSC Napoli, Andrea Chiavelli per l'inchiesta di false fatture sulla compravendita di calciatori. Il processo ha riguardato più club di Serie A e molti presidenti, come riferisce l'edizione odierna del Mattino. Tra questi, oltre ad Aurelio De Laurentiis, anche Lotito, Preziosi e Galliani. 

False fatture, la SSC Napoli: "Firmato un atto di trasparenza"

La SSC Napoli ci tiene a precisare la sua completa estraneità ai fatti e la trasparenza adottata nelle sedi di

calciomercato. Fin da subito Chiavelli chiarisce che il club fa firmare un atto di trasparenza: "Con questo ogni consulente dichiara di non avere alcun rapporto con il calciatore da contrattualizzare. Per il resto non facciamo i detective". 

Chiara, dunque, come si evince sulle colonne del Mattino, la posizione della società sull'inchiesta per uso di fatture su operazioni inesistenti. Nello specifico De Laurentiis è a giudizio per l'operazione che portò Emanuele Calaiò dal Siena al Napoli nel 2013. 

Formisano (a sinistra) e Chiavelli (a destra)
Notizie Calcio Napoli