Il Roma avverte: "Arrivare secondi è d’obbligo! Superare l'Arsenal in Europa significherebbe che nessuno potrebbe più fermare il Napoli"

25.03.2019
19:40
Redazione

La Coppa sì ma anche il secondo posto. Carlo Ancelotti è da tempo che messo nel suo mirino la vittoria dell’Europa League. Le possibilità per poter alzare quel trofeo che non ha mai vinto ci sono eccome. Ma sarebbe importante poter arrivare poi a maggio subito dietro alla Juventus. Sarebbe per lui un successo non da poco al suo primo anno sulla panchina azzurra. Naturalmente le ambizioni ci sono poi bisogna fare i conti con la realtà. Al momento dietro in classifica c’è l’Inter a sette punti di distanza e il Milan a otto. La Roma, prossima avversaria, è addirittura a -13. Quindi, se proprio dovesse andare male in serie A la Champions non scapperebbe. Di sicuro tutti, compresi i tifosi, baratterebbero volentieri la seconda piazza con la vittoria dell’Europa League. Interesserebbe poco la posizione visto e considerato che chi sale sul podio più alto della vecchia Coppa Uefa va di diritto in Champions. Sta di fatto che Ancelotti non vuole lasciare nulla per strada. Non è abituato a rinunciare a qualcosa. Anzi, ambisce sempre a qualcosa in più di quello che è nelle forze della squadra che allena. È naturale che con De Laurentiis non ha potuto chiedere chissà che cosa. Ma non perché il presidente è avaro ma per il fatto che si deve amministrare bene quando dietro non ci sono multinazionali o arabi straricchi. Fatto sta che al momento si è in piena corsa per la Coppa Uefa e si è dietro alla Juventus che con Ronaldo ha fatto il vuoto. Quindici punti di distacco sono impossibili da recuperare ma comunque non ci si tira indietro davanti a niente. L’importante, poi, è arrivare alle gare con la concentrazione giusta per poter poi raggiungere il massimo risultato.

RIECCO L’ARSENAL

Anche se il secondo posto ancora non è sicuro, la mente dei tifosi è tutta sulla doppia sfida di Europa League con i Gunner. L’11 aprile si andrà a Londra all’Emirates Stadium, il 18 ci sarà il ritorno al San Paolo. 180 minuti (più eventuali supplementari) che indirizzeranno la stagione internazionale del Napoli. Si dovesse passare non sarebbe difficile poi ambire alla finalissima di Baku del 29 maggio. Sì perché poi dopo ci sarebbe come avversaria una tra Valencia e Villareal. Non è detto che si battano facilmente ma la carica per aver eliminato l’Arsenal sarebbe così grande che nessuno potrebbe più fermare il Napoli. La speranza di Ancelotti è che un po’ alla volta possa ritrovare la squadra al completo. Tanti gli infortunati quest’anno che lo hanno limitato. Poi a Salisburgo addirittura si è trovato ad un certo punto senza difensori centrali. La rosa è molto limitata a centrocampo dove mancano i due partenti Rog e Hamsik. Domenica con la Roma, per esempio, se non recupera Fabian dalla febbre c’è solo Allan a disposizione visto che Zielinski è squalificato. Ad Ancelotti, dunque, l’arduo compito di saper sempre mettere in campo la migliore formazione per blindare il secondo posto e vincere l’Europa League.

Fonte : Salvatore Caiazza - Il Roma
Notizie Calcio Napoli