Vaccino

Vaccino made in Italy, le aziende italiane potranno produrlo entro 4-6 mesi!

04.03.2021
10:00
Redazione

Entro l'autunno l'Italia potrà autoprodurre le proprie dosi di vaccino anti-covid

Ultimissime notizie coronavirus. Entro l’autunno l'Italia potrà prodursi “in casa” i vaccini anti-Covid. Quattro o 6 mesi è infatti l’orizzonte temporale definito dal ministero dello Sviluppo economico ieri, nel corso del secondo vertice con le aziende farmaceutiche. Lo riporta l'edizione odierna del quotidiano Il Mattino. Diverse di queste con siti produttivi sparsi in tutta la Penisola, si sono proposte dicendosi disponibili a produrre i bulk, ossia il principio attivo e gli altri componenti del vaccino anti Sars-Cov-2, perché già dotate, o in grado di farlo a breve, dei necessari bioreattori e fermentatori.

Vaccino italiano

Prima che questa possa cominciare, come spiega una nota del MiSE, c’è bisogno di portare a compimento l’iter autorizzato da parte delle autorità competenti. In particolare c’è

da incrociare la lista delle aziende redatta da Farmindustria, l’associazione di categoria delle imprese farmaceutiche italiane, e quella di Aifa (Associazione italiana del farmaco). «Una volta terminata questa verifica, i tecnici dell’Aifa valuteranno se i bioreattori disponibili sono compatibili con la produzione di vaccini anti-Covid oppure necessitino di modifiche» spiega Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria e Ad di Janssen.

Appurato ciò, starà alle 6 aziende produttrici del vaccino (accordarsi con le singole imprese individuate dal MiSE per stabilire i contratti di produzione. Il mandato in pratica è quello «di procedere all’individuazione di contoterzisti in grado di produrre vaccini entro autunno del 2021». 

Coronavirus
Notizie Calcio Napoli