Foto di Ciro De Luca

Napoli-Bassa Anaunia 12-0, Top & Flop: sorpresa Elmas, Politano illumina! Osimhen è la star azzurra, deludono Petagna e Ounas

18.07.2021
19:30
Simone Guadagno

Pagelle Napoli-Bassa Anaunia: i Top & Flop della prima uscita stagionale di Spalletti in azzurro: benissimo Osimhen, Politano ed Elmas, delude Petagna

DIMARO FOLGARIDA (TN) - Napoli-Bassa Anaunia, la prima amichevole ufficiale stagionale della squadra 2021/2022 di Luciano Spalletti. prima uscita del nuovo allenatore azzurro che ha avuto modo di sperimentare i movimenti dei suoi nuovi calciatori. Nonostante lo scontro di bassa caratura visto che gli avversari di oggi militano nel campionato di Promozione trentina, è tuttavia giusto provare ad analizzare quale prestazione singola ha convinto di più e quale meno. Proprio per questo motivo, dunque, CalcioNapoli24.it, non vi propone le classiche pagelle, ma i Top & Flop di Napoli-Bassa Anaunia.

Napoli-Bassa Anaunia, i TOP fra gli azzurri: Osimhen, Politano e Elmas

  • Victor Osimhen: è il migliore in campo senza dubbio nei primi quarantacinque minuti. L'attaccante nigeriano mette a segno ben quattro gol nei primi quarantacinque minuti di gioco. Al 7' sfugge alla linea difensiva e sfrutta al meglio l'assist di Matteo Politano. Al minuto 19, invece, è cinico nel calciare di prima intenzione su palla vagante ed a bucare l'incolpevole Iobstraibizer che nulla può per opporsi. A dieci minuti dal fischio parziale segna la tripletta sfruttando una indecisione dell'estremo difensore avversario che calcola male il tempo dell'uscita e combina la frittata. Nemmeno il tempo di esultare che, due minuti dopo, usa le sue lunghe leve per segnare la quarta rete con una zampata vincente.
     
  • Eljif Elmas: sorprendente la sua prestazione nel primo tempo. Il centrocampista macedone, senza ruolo fino allo scorso anno, sembra rinato sotto la cura Spalletti. Il neo allenatore azzurro l'ha posizionato sin da inizio ritiro sulla trequarti, alle spalle della punta. Sembra essere quello il ruolo a lui più congeniale: è tra i più in palla e propositivi, sempre pronto ad inserirsi tra le linee ed a pungere la retroguardia della Bassa Anaunia. Riesce ad andare in rete dopo soli quattro minuti. Deve fare i conti con la traversa al 31', quando riceve e calcia un ottimo pallone di Diego Demme.
     
  • Matteo Politano incanta nei primi quarantacinque minuti di gioco. E' autore di ben tre assist per i compagni. Colpisce un palo al minuto 18; i suoi affondi sulla destra fanno male agli avversari. Prova spesso la conclusione in porta, ma non riesce a trovare la via del gol.

Meritano menzione positiva anche Tutino, Palmiero e Ciciretti. I tre calciatori, fuori dai radar della SSC Napoli, vanno in gol nella seconda frazione di gioco. Le loro giocate sono tra le più interessanti in fase offensiva.

Victor Osimhen

Napoli-Bassa Anaunia, i flop

Per quanto riguarda i flop, è chiaro che non vi sono veri e propri flop o errori gravi commessi dagli azzurri, che hanno dominato in lungo e in largo il match con la Bassa Anaunia. Piuttosto, andiamo ad analizzare nel dettaglio chi fra gli azzurri è rimasto più in ombra o non è riuscito ad accendersi nonostante l'avversario di Promozione. Ed è questo motivo, che analizziamo la prestazione di tre azzurri che sicuramente non hanno brillato nel match Napoli-Bassa Anaunia e che viste le loro qualità e la caratura dell'avversario potevano e dovevano fare di più. I nomi sono sostanzialmente tre:

  • Adam Ounas: in un primo tempo con 7 gol e il pallino del gioco completamente nelle mani del Napoli, Adam serve ottimamente un paio di volte in verticale Osimhen ma troppo spesso si perde in dribbling e giocate. Non riesce quasi mai a superare la difesa avversaria, tocca troppo spesso il pallone e si perde. Può e deve dare di più, visto che le qualità le ha tutte e quando si accende, in un paio di occasioni anche oggi, può far davvero male. Ci ha provato in un paio di occasioni a calciare, una nel 48', ma il tiro dal limite dell'area è centrale e non impensierisce il portiere.
  • Gianluca Gaetano: a differenza di altri ritiri, non ha dimostrato sinora molta voglia di fare, grinta e fame. Non ha troppa voglia di dimostrare, gioca nella ripresa ma esce al 78' per far spazio a Folorunsho. Un paio di ottime verticalizzazioni (è nelle sue corde la visione di gioco e il passaggio in profondità), ma poco altro. Fa il compitino ed è forse un po' pesante sulle gambe rispetto ad altri centrocampisti.
  • Andrea Petagna: gioca interamente il secondo tempo, ma non riesce mai a rendersi realmente pericoloso. Ci prova in diverse occasioni, ne fallisce due clamorose: al 32', quando sbaglia un gol praticamente fatto. Era infatti a porta vuota dopo aver superato il portiere in dribbling, tarda a calciare e permette al difensore di rientrare e immolarsi per evitare la rete. E poi al 43' quando su cross di Machach è tutto solo, smarcato al centro dell'area di rigore e di testa ha tutto il tempo di indirizzarla ma non trova la porta. Bravo a manovrare per i compagni, ma in un paio di occasioni tiene troppo palla e la perde.
Andrea Petagna in Napoli-Bassa Anaunia

di Manuel Guardasole e Simone Guadagno

RIPRODUZIONE RISERVATA

Fonte : dai nostri inviati a Dimaro, Manuel Guardasole e Simone Guadagno
Notizie Calcio Napoli