IL GIORNO DOPO Genoa-Napoli... l'incompleta campagna acquisti, l'esilio di Maksi ed il movimento sconosciuto a quasi tutti i calciatori

07.02.2021
11:30
Redazione

Genoa-Napoli, la consueta rubrica di Calcio Napoli 24 il giorno dopo la partita

Ultime notizie Napoli. Il giorno dopo Genoa – Napoli si racconta dell’ennesima sconfitta in campionato. Con quella di ieri sera, son ben sette. Un’enormità per una squadra che i superficiali compilatori di griglie estive avevano messo almeno sul podio, malgrado la solita incompleta campagna acquisti. Sono gli stessi che nelle ultime ore hanno buttato la croce su Maksimovic, ieri sera non certo esente da responsabilità, peccato che siano anche gli stessi che massacrarono Sarri che non lo faceva giocare e che lo spedì in Russia a rinfrescarsi le idee. Peccato che l’esilio russo all’ex centrale del Torino sia servito a poco. Tecnico e concettuale l’errore di ieri sera che ha permesso all’ex Pandev di portare avanti i suoi.

Genoa-Napoli

Il giorno dopo Genoa – Napoli. Rispetto alle ultime uscite, se non altro c’è stata una reazione. Gli azzurri hanno preso d’assalto i sedici metri avversari. Ma un pizzico di sfortuna e la solita imprecisione in zona goal, hanno vanificato lo sforzo. La poca attenzione di Mario Rui, forse impegnato a pensare ad altro, che si è “dimenticato” di salire sulla vera prima azione del Genoa, il primo goal è stato un regalo gentilmente offerto dalla retroguardia del

Napoli, ha permesso a Pandev di raddoppiare con una giocata da campione.

Il giorno dopo Genoa – Napoli. Gli azzurri hanno avuto il merito di non deprimersi e, ad onor del vero ci hanno provato in ogni maniera. Anche il mister ha provato a mischiare le carte gettando nella mischia forze fresche. Ma niente è servito a niente. A dieci minuti dalla fine Politano, ieri sera tra i migliori, ha riacceso le speranze e nei secondi finali Elmas ha avuto sul piede il pallone del possibile pari. L’ha calciato in gradinata e ha raggiunto il pallone che, poco prima anche Osimhen aveva calciato da quelle parti. In zona goal la precisione e la freddezza di Mertens manca non poco.

Il giorno dopo Genoa – Napoli. Impegno e reazione non sono mancati ieri. Demme, Politano e il solito Lozano, non si sono affatto risparmiati. Qualche passo avanti anche da parte di Di Lorenzo che, sollevato dai compiti di copertura, si è mosso spesso e bene senza palla.  Un movimento sconosciuto a quasi tutti i calciatori dell’organico azzurro. E su questo e non solo su questo, per Gattuso ci sarà tantissimo da lavorare se non si vuole sprofondare nell’anonimato della classifica. In una parola, occorre organizzazione. La reazione dei singoli, certamente encomiabile, deve essere necessariamente accompagnata da un’organizzazione di squadra. Da solo, le partite, le cambiava solo Lui. Quel piccolo grande uomo con il 10 sulle spalle.

Stefano Napolitano

Notizie Calcio Napoli