30.09.2018
12:40
Redazione

IL GIORNO DOPO Juventus-Napoli...i tre azzurri venuti meno, l'assist di Hysaj e la pressione organizzata

Il giorno dopo Juventus – Napoli. Questa volta nessuna rivoluzione nell’undici iniziale e considerando per com’è andata la partita e la prestazione di qualcuno, ci sarebbe da aggiungere purtroppo. Peccato perché era iniziata benissimo. Approccio da grande squadra e dominio assoluto nei primi venti minuti. Dal palo di Zielinski fino alla rete di Mertens che capitalizzerà il geniale assist di Callejon ma anche una pressione organizzata che permetterà ad Allan di rubare palla con la Juventus in “uscita”. Dopo il vantaggio gli azzurri si sono fermati fin troppo, dando campo e fiducia ai bianconeri.

Il giorno dopo Juventus – Napoli. L’altro assist lo confezionerà Hysaj. Purtroppo lo farà per un avversario. Di testa accomoderà il pallone a Ronaldo autore del cross che permetterà a Manzukic di pareggiare. Da quel momento gli azzurri entreranno in sofferenza. Hamsik non riuscirà a cucire il gioco. Allan continuerà a lottare come un leone fino al 95° ma in mezzo al campo sarà l’unico. In parte aiutato da Zielinski, al quale Ancelotti sta chiedendo il lavoro che ha svolto Insigne negli ultimi anni. Il polacco si impegnerà tanto non disdegnando la sua partecipazione alla manovra d’attacco.

Il giorno dopo Juventus – Napoli. Ad inizio ripresa gli uomini di Allegri troveranno anche il raddoppio. Ancelotti inizia a preparare gli uomini dalla panchina per provare a rimettere in piedi la gara. Purtroppo non farà in tempo a tirare fuori Mario Rui che scioccamente si farà sbattere fuori dall’arbitro. Il doppio cambio arriverà lo stesso. I sacrificati saranno Zielinski e Mertens. Dopo una manciata di minuti fuori anche Hamsik, tradiva la sua uscita dal campo e spazio per Ruiz.

Il giorno dopo Juventus – Napoli. Sotto di una rete e di un uomo, gli azzurri non si demoralizzeranno. Spinti dal dinamismo di Allan e dall’ordine di Ruiz ci proveranno ancora. E sul piede di Callejon capiterà anche il pallone del pari. Non lucido lo spagnolo nell’occasione. Peccato anche perché si materializzerà la vecchia regola “ goal sbagliato, goal subito”. Da azione d’angolo arriverà anche la terza rete per i binconeri.

Il giorno dopo Juventus – Napoli. Resta il rammarico per il buon inizio e per essere andati in vantaggio. Purtroppo, per uscire indenni dallo Stadium il Napoli avrebbe avuto bisogno di tutti i suoi migliori uomini in serata di grazia. E invece, gli stessi Insigne e Mertens, malgrado il goal, sono venuti meno. Stesso dicasi per Hamsik che ha faticato tantissimo in mezzo al campo. In fase di non possesso non ha retto l’urto, costringendo Allan a correre anche lui. Il resto l’hanno fatto gli errori di Hysaj e la superficialità di Mario Rui; perché manca la controprova, ma in undici contro undici, sarebbe stata un’altra partita. “Particolare” la gestione dei cartellini, ma questo, ma quando si gioca contro la Juventus, è ormai divenuta qualcosa di “normale”.

Il giorno dopo Juventus – Napoli. Agli azzurri è mancato il coraggio di continuare a stare alti e di continuare a giocare e a girare il pallone anche dopo il vantaggio. I bianconeri hanno una rosa certamente superiore, ma appaiono “svogliati” quando si tratta di andare a recuperare il pallone dai piedi degli avversari. Forse è l’unico difetto che hanno. Peccato che il Napoli ne abbia approfittato solo per una ventina di minuti.

Stefano Napolitano

 
Le Ultime Notizie