Il giorno dopo Napoli-Perugia...Il riscatto di Ospina e Hirving Vargas

15.01.2020
13:00
Redazione

Dopo Napoli-Perugia

Ultimissime Calcio Napoli -  Il giorno dopo Napoli – Perugia. Missione compiuta. Gli azzurri si sbarazzano facilmente degli umbri e approdano ai quarti. Sarà la Lazio di Simone Inzaghi il prossimo ostacolo verso l’unico reale obiettivo della stagione. Trascinato da Insigne, doppietta su rigore a parte, il Napoli ha dominato in lungo e in largo una compagine apparsa effettivamente poca cosa e anch’essa con molte assenze.

Il giorno dopo Napoli – Perugia. Nei minuti di recupero del primo tempo, gli umbri hanno anche avuto l’occasione per provare a riaprire la gara. Dal dischetto Falcinelli si è fatto ipnotizzare da Ospina che ha così riscattato in parte la sciagurata giocata di sabato scorso. Sulla respinta si è avventato Mario Rui che ha liberato calciando in Curva B. Fortunatamente il portoghese l’ha colpita bene, altrimenti dopo le svirgolate di Koulibaly a Torino e quella di Di Lorenzo a Roma, stavamo scrivendo di un altro pallone infilato all’incrocio della propria porta. Il Pallone è rimbalzato invece tristemente sui sediolini vuoti e colorati della Curva, anche ieri praticamente deserta o quasi.

Il giorno dopo Napoli – Perugia. Si sono rivisti titolari Elmas e Lozano. Il primo ha corso tantissimo, dopo settimane di panchina ha provato più volte a voler strafare. Il secondo ha mostrato qualche timido progresso avvantaggiato anche dalla poca consistenza dell’avversario. Qualche strappo, un paio di tagli interessanti e si è procurato

un rigore un tantino generoso. Considerato l’investimento, ci si aspetta molto ma molto di più dall’ex PSV apparso anche triste e poco integrato nel contesto. Al momento resta ancora un oggetto misterioso. In Olanda e in Nazionale ha sempre segnato con continuità. Forse gioca un tantino troppo lontano dalla porta. Anche Vargas in nazionale segnava tanto e ricordiamo tutti come è finita. Di certo non sembra avere le caratteristiche di un esterno d’attacco. Buono l’esordio di Demme. Tornerà certamente utile in un reparto, il centrocampo, costruito la scorsa estate senza criterio alcuno. Continua a preoccupare l’involuzione di Fabian Ruiz. Tocca il pallone un’infinità di volte e i tempi di gioco vanno a farsi benedire. E’ come se fosse sempre alla ricerca della giocata decisiva.

Il giorno dopo Napoli – Perugia. Archiviato il passaggio del turno, sabato si torna in campo. Inizia il girone di ritorno. Gli azzurri hanno il dovere di fare meglio rispetto al disastroso girone d’andata. Messi insieme appena 24 punti sui 57 disponibili. C’è una classifica mortificante da risalire e tanti infortunati da recuperare. Gattuso avrà il suo ben da fare. Di buon auspicio le prestazioni contro Inter e Lazio che non hanno portato punti solo per madornali errori dei singoli. L’auspicio e la speranza sono che da sabato inizi per il Napoli un altro campionato. Occorrerebbe anche l’aiuto del pubblico. Anche ieri in pochi e in religioso silenzio. La questione curve andrebbe dipanata. Mai come ora, la squadra necessita del sostegno e del calore del suo pubblico.

Fonte : di Stefano Napolitano
Notizie Calcio Napoli