Il giorno dopo Napoli-Sassuolo...La sorpresa Hysaj, il pezzo debole di Milik e la preoccupazione di Gattuso

26.07.2020
15:15
Redazione

Il giorno dopo Napoli  - Sassuolo. Partono bene gli azzurri. Pressing alto e metà campo avversaria occupata con tutti gli effettivi.  Quella di andare a giocare alti contro formazioni di media levatura è divenuta una costante di questa squadra. Sono lontani gli atteggiamenti tattici visti nelle gare di coppa Italia contro Inter e Juventus.  Peccato che sono tanti, troppi, i palloni persi in maniera banale, ieri  Fabian Ruiz non ha indovinato un appoggio uno, che finiscono per esporre il reparto arretrato a pericolose ripartenze avversarie; spesso in parità se non addirittura in inferiorità numerica. 

Il giorno dopo Napoli - Sassuolo.  Millimetrici fuorigioco ieri hanno salvato il Napoli in quattro occasioni, pare trattasi di un record, il resto l'ha fatta l'imprecisione degli avanti di De Zerbi che spesso hanno sbagliato la scelta dell'ultima giocata. Con tutto il rispetto per Caputo, Berardi e Traoure', se si è presi d'infilata dai vari Messi, Dembele', Suarez e c., quella di Barcellona potrebbe trasmormarsi in una Caporetto. Urge correre ai ripari. La squadra appare spesso spaccata in due tronconi, roba di ancelottiana memoria. E così non può andare. 

Il giorno dopo Napoli - Sassuolo.  Il forcing iniziale produce il goal del vantaggio e, udite udite, lo sigla Hysaj alla sua prima marcatura in maglia azzurra dopo quasi 200 presenze. Nell'occasione, in colpevole ritardo Consigli. A suo parziale alibi, la circostanza che tutto si sarebbe aspettato tranne una conclusione dalla distanza del terzino albanese che, comunque,  goal a parte,

ieri sera è stato tra i migliori.  Un plauso all' ex Empoli,  ma anche questo dato dovrebbe far riflettere.

Il giorno dopo Napoli - Sassuolo. Lanciato nello spazio da Zieliski,  in costante crescita tattica e tecnica,  Insigne in un paio di occasioni si divora il raddoppio.  Però il capitano,  in entrambe le occasioni,  è bravo ad attaccare lo spazio. Sfortunato Politano che centra l'ennesimo legno della stagione.  Male Milik che da tre metri, di testa  - e menomale che dovrebbe essere il suo pezzo forte - riesce nella non facile impresa di non centrare neanche lo specchio della porta. Ma ormai non è più una novità. 

Il giorno dopo Napoli - Sassuolo.  Per il raddoppio bisogna aspettare i minuti di recupero: intelligente e altruista l'appoggio di prima di Mertens che con il terzo occhio vede l'arrivo dell'accorrente Allan. Il brasiliano indovina un destro a incrocio spettacolare.  Roba che richiama paragoni con tanti suo celebri connazionali.  L' ex Udinese andrebbe recuperato appieno per la gara contro il Barcellona.  La preoccupare condizione fisica di Fabian Ruiz è un campanello d'allarme.  In coppia con Zielinski al momento appare un azzardo. La linea mediana soffre troppo. 

Il giorno dopo Napoli - Sassuolo.  Nel post gara anche Gattuso parla di un preoccupante calo psicofisico della squadra.  Il gran caldo e gli stadi vuoti, sono un alibi parziale.  Alla " gara che conta " mancano due settimane.  Le motivazioni verranno da sole, la condizione no. Bisogna lavorarci.

Fonte : Stefano Napolitano
Notizie Calcio Napoli