IL GIORNO DOPO...Sampdoria-Napoli: il doppio gancio azzurro, la cattedra spagnola e le cervellotiche giocate di Manolas

12.04.2021
13:10
Redazione

Il giorno dopo Sampdoria-Napoli...

Napoli Calcio - Il giorno dopo Sampdoria-Napoli. Dopo la sconfitta rimediata in settimana a Torino, urgeva ripartire per tenere viva la speranza della qualificazione alla prossima Champions League. E a Genova gli azzurri l'hanno fatto alla grande. Un doppio gancio, il sinistro di Fabian Ruiz e il destro di Osimhen, hanno steso i blucerchiati e confezionato il classico risultato all'inglese con un goal per tempo.

Il giorno dopo Sampdoria-Napoli. Nel mezzo tante cose belle e qualcosa da rivedere. Non bene l'inizio.  Gli azzurri soffrono il pressing degli uomini di Ranieri e, complice un paio di palloni velenosi persi da Fabian Ruiz in uscita, rischiano qualcosina. Poi, lo spagnolo, goal a parte, salirà in cattedra e risulterà essere tra i migliori. Dopo il vantaggio, finalmente una combinazione di prima, gli azzurri gestiscono senza patemi e sciupano anche qualche buona situazione. Non sempre felice la scelta della giocata.

Il giorno dopo Sampdoria-Napoli. Nella ripresa, avvio veemente degli uomini di Ranieri. Ma la difesa tiene senza affanni, anche perché

dopo un paio di palloni persi nel primo tempo da Manolas, il difensore greco nella ripresa, si dedica solo a spazzare l'area senza cimentarsi in cervellotiche giocate che quest'anno già troppi punti sono costati. La barca blucerchiata la tiene in piedi Audero con un paio di interventi miracolosi. Nel finale la chiude Osimhen lanciato con i giri giusti da Mertens. Al belga sono bastati una ventina di minuti per confezionare l'ennesimo assist in maglia azzurra.

Il giorno dopo Sampdoria-Napoli. È un pochino l'emblema di questa stagione. Troppi elementi che non sono riusciti a mantenere un rendimento costante. Fabian Ruiz, ieri certamente tra i migliori, a Torino contro la Juventus, fu tra i più deludenti.  Lo stesso Lozano, dopo un brillante inizio,  stenta a ritrovare la condizione.  Anonimi i suoi venti minuti di ieri. È stato capace anche di rimediare un'ammonizione che gli farà saltare il big match contro l'Inter. Infortuni e talune scelte del mister hanno fatto il resto. La qualificazione Champions sarebbe il minimo sindacale per un organico che avrebbe potuto giocarsi la stagione da protagonista.

Stefano Napolitano

Notizie Calcio Napoli