Pelillo... nell'uovo - Missione compiuta e due errori da evitare...

17.05.2021
14:50
Redazione

Il Napoli è ad un passo dalla grande rimonta. La vittoria di Firenze mette gli azzurri a tre punti dalla qualificazione alla Champions. Quella contro i viola doveva essere ed è stata la gara più dura delle ultime fin qui incontrate. La squadra di Iachini non si è adagiata sulla salvezza appena conquistata ed ha giocato cercando di usate le sue armi per fermare il Napoli: difesa e contropiede. Gli azzurri, però, non si sono mai sbilanciati troppo. La squadra di Gattuso, pur mostrando grande tensione, specie nel primo tempo, è riuscita a costruire delle palle gol senza rischiare eccessivamente in retroguardia. La difesa ha retto bene. Manolas e Rrahmani si sono integrati positivamente pur avendo giocato poco insieme. Prezioso anche Hysaj e costante il rendimento di Di Lorenzo. Le punte hanno avuto un po' troppa timidezza. La pressione della posta in palio si è fatta sentire sulle spalle dei quattro uomini d'attacco azzurri. Nemmeno la traversa ha sbloccato il capitano Insigne, contratto come non mai. Lorenzo si è poi sbloccato dopo il rigore, realizzato sulla respinta di Terracciano. Abisso ha ben gestito i momenti decisivi anche se ai viola mancano due rossi per doppia ammonizione, di cui uno

contraddittorio sull'autore del fallo da rigore Milenkovic. Qualche minuto prima l'arbitro aveva anche chiuso un occhio su sempre verde Ribery, già ammonito, autore di un fallo da cartellino. Esclusi questi due episodi, la gestione della gara è stata positiva. Il Napoli, dopo il sofferto vantaggio, si è sciolto ed ha anche valorizzato la vittoria con il raddoppio fortunato nella conclusione ma bello nella costruzione. È arrivato anche un secondo legno di Insigne che ha, intanto, migliorato il suo record di reti in un solo campionato con la realizzazione numero 19.

Resta il Verona come ultima gara tra il Napoli e la prossima Champions. La squadra non deve commettere l'errore di adagiarsi sulla vittoria di Firenze. Il Verona, come i viola, non lasceranno nulla al caso nonostante non abbia obiettivi da raggiungere. Sarà un Verona arcigno e intenzionato a proteggere bene la porta. In secondo luogo, gli azzurri devono lasciare negli spogliatoi la tensione. A Firenze è stato regalato in tempo agli avversari. L'importante è per nulla scontata vittoria del "Franchi" potrebbe aver alleggerito il pressing sulla squadra. Al "Maradona", seppur senza pubblico, si gioca comunque tra le mura amiche... Vedremo...

Fonte : Marcello Pelillo per CalcioNapoli24
Notizie Calcio Napoli