Attaccare Fabbri non crea like, Mazzoleni sì. Ma il VAR non poteva fare nulla

03.05.2021
11:00
Claudio Russo

Mazzoleni, VAR di Napoli-Cagliari, non poteva intervenire sul contatto Osimhen-Godin giudicato falloso dall'arbitro Fabbri

Ultime notizie Napoli - L’arbitro Fabbri fa molta meno notizia del VAR Mazzoleni, in Napoli-Cagliari. Perchè Mazzoleni, nella piazza napoletana, fa più rumore, ed è più semplice attaccarlo per rendersi visibili ai tifosi delusi - a ragione - dopo le decisioni arbitrali errate nel match di ieri. Tuttavia il VAR, proprio ieri, poteva fare poco o nulla e lo confermano le moviole arbitrali dei quotidiani.

  • Moviola Gazzetta dello Sport

“Al 53’ Fabbri annulla la rete del 2-0 a Osimhen per una spinta sulla schiena di Godin che sembra molto lieve. Il Var Mazzoleni non può intervenire perché l’entità del contatto è di “competenza” dell’arbitro”

  • Moviola Corriere dello Sport

“Partiamo dalla rete annullata al Napoli: su un lungo rinvio di Koulibaly, Godin sbaglia il controllo e finisce per perdersi Osimhen, che lo supera e segna. Da protocollo, Fabbri aspetta che il pallone sia entrato e poi annulla. Il VAR (Mazzoleni) è tagliato fuori dal leggero contatto con il braccio sinistro sulla schiena, ma Godin sembra andare giù troppo velocemente”

Cosa dice il protocollo VAR che viene dimenticato o forzato ad episodi alterni, solo quando fa più comodo? Il VAR può assistere l’arbitro soltanto in caso di “chiaro ed evidente errore” o “grave episodio non visto” in relazione a:

  • rete segnata / non segnata (è il caso Osimhen-Godin)
  • calcio di rigore / non calcio di rigore
  • espulsione diretta (non seconda ammonizione)
  • scambio d’identità (quando l’arbitro ammonisce o espelle il calciatore sbagliato)

Rete segnata / non segnata

  • infrazione della squadra attaccante nel costruire l’azione che ha portato alla segnatura o nel segnare la rete (fallo di mano, fallo, fuorigioco, ecc.)
  • pallone non in gioco prima della segnatura
  • decisione sul gol / non gol
  • infrazione del portiere e/o del calciatore che esegue un calcio di rigore o ingresso in area prima dell’esecuzione
    di un calcio di rigore da parte di un attaccante o difensore che viene poi direttamente coinvolto nel gioco se il pallone rimbalza da palo, traversa o portiere

L'arbitro e gli altri ufficiali di gara devono sempre prendere una decisione iniziale come se non ci fosse il VAR (tranne per un episodio non visto), ed è l'unica persona che può prendere la decisione finale.

Da protocollo il VAR può fare un “controllo” a velocità normale e/o al rallentatore, ma in generale, dovrebbero essere usati replay rallentati per situazioni come ad esempio:

  • posizione dell’infrazione o del calciatore,
  • punto di contatto per infrazione fisica e fallo di mano,
  • pallone non in gioco (incluso gol / non gol);

La velocità normale dovrebbe essere usata per l’“intensità” di un’infrazione - il caso di ieri - o per decidere se c’è stato un fallo di mano.

Se il “controllo” non indica un “errore chiaro ed evidente” o un “grave episodio non visto”, di solito non è necessario che il VAR comunichi con l’arbitro: si tratta di un “controllo silenzioso”; tuttavia, a volte aiuta l'arbitro / l’assistente per gestire i calciatori / la gara se il VAR conferma che non si è verificato un “errore chiaro ed evidente” o che non si è verificato un “grave episodio non visto”.

L'episodio Osimhen-Godin 'esclude' il VAR

Nell’episodio Osimhen-Godin, l’arbitro Fabbri in prima persona ravvisa come fallosa l’entità del contatto - leggera anzi leggerissima, poco importa - tra i due calciatori. Ed il VAR, in questo caso, non può intervenire: l’entità è esclusiva soggettività dell’arbitro. Con buona pace di chi mette nel mirino solo Mazzoleni, quando in realtà l’errore ricade nella sfera d’influenza di Fabbri. Osimhen poggia il braccio sulla schiena di Godin in modo leggerissimo, e l’entità del contatto non può essere oggetto della on-field review. Resta un errore di campo, non del VAR. E chissà quanto potrà costare al Napoli. Tuttavia l’arbitro Fabbri non crea like, il VAR Mazzoleni sì.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Calcio Napoli