Tra addii e delusioni, sarà lui il perno della nuova difesa del Napoli?

05.04.2021
08:10
Marco Lombardi

Il Napoli si appresta a rivoluzionare la sua difesa per la prossima stagione

Il 2021 è destinato ad essere l'anno del rilancio di Amir Rrahmani. Se il 2020 napoletano non è di fatto mai iniziato per il difensore centrale kosovaro, dal 3 gennaio di quest'anno Gattuso ha iniziato a prendere in considerazione l'ex Verona schierandolo per la prima volta contro il Cagliari (anche se per soli 3 minuti). Dopo l'errore shock di Udine, disinnescato dalla rete allo scadere di Bakayoko, le prestazioni di Rrahmani sono migliorate di gara in gara, divenendo un perno fondamentale nel periodo in cui sono stati assenti Koulibaly e Manolas contemporaneamente. 

Dopo aver patito problemi muscolari nelle ultime 3 partite, potrebbe rivedere

il campo domenica contro la Sampdoria. La cosa che però sembra certa è che l'anno prossimo il reparto difensivo azzurro possa basarsi su di lui. Tra l'addio certo di Maksimovic, quello sempre più probabile di Kalidou Koulibaly e la stagione molto deludente di Kostas Manolas, si prevede che chiunque siederà sulla panchina azzurra dovrà rilanciare la difesa partenopea partendo proprio da Rrahmani. Chi sarebbe avvantaggiato è sicuramente Ivan Juric, tra i possibili nuovi allenatori del Napoli e da sempre pallino di Aurelio De Laurentiis. 

Proprio Juric infatti aveva lanciato Rrahmani nel Verona 2 stagioni fa, facendolo diventare giocatore insostituibile del suo schema e facendogli saltare per scelta tecnica una sola partita in tutta la stagione. 

Fonte : di Marco Lombardi
Notizie Calcio Napoli