04.05.2018
11:30
Manuel Guardasole
Mehdi Benatia e Dries Mertens in Juventus - Napoli

Due pari di troppo...

Due pareggi di troppo, al momento la differenza fra NapoliJuventus sta tutta lì. Chiaramente, non v'è dubbio che c'è poco da contestare a questa squadra, alla stagione giocata col sogno scudetto inseguito fino alla fine. Ma se proprio si vuol trovare all'armata di Maurizio Sarri un pelo nell'uovo, nella corsa ad armi impari con la Juve i partenopei sono incappati in due pareggi di troppo.

SFIDA SCUDETTO CON LA JUVE, DUE PARI DI TROPPO PER IL NAPOLI

E la classifica lo dice chiaramente, a scanso di equivoci: sebbene la sconfitta di Firenze sia arrivata anche a seguito del successo con polemiche della Juve a Milano con l'Inter (ma che non sia una scusante!) e poteva essere evitata, c'è comunque equilibrio nel cammino delle due squadre, che hanno entrambe 3 sconfitte stagionali in campionato. Il Napoli, in particolare, sconfitto proprio da Juve all'andata al San Paolo, Roma, sempre al San Paolo, e Fiorentina la scorsa giornata. La differenza è nei pareggi:

  • sono 4 i pareggi della Juventus, 2-2 a Bergamo con l'Atalanta, in casa con l'inter per 0-0, contro la SPAL a Ferrara (0-0) e a Crotone col pari di Simy che agguantò l'1-1;
  • sono invece 6 i pareggi del Napoli, i due 0-0 di con l'Inter (sia andata che al ritorno), quello di Verona col Chievo
    , lo 0-0 di Napoli-Fiorentina, il pari col Sassuolo per 1-1 e lo 0-0 di Milan-Napoli col miracolo di Donnarumma.

Certo, proprio la parata del portiere campano è ancora negli occhi di tutti i tifosi: con i se e con i ma non si fa la storia, ma se Milik avesse segnato al 92' gli azzurri adesso avrebbero qualche speranza (e chances) in più di vittoria finale. Sembra una banalità, ma non lo è: in un campionato in cui la proiezione punti degli azzurri a tre dalla fine è di 91,2 punti e quella dei bianconeri addirittura è 95,5 punti, sono questi piccoli scivoloni a fare tutta la differenza del mondo. Oltre al pari con il Milan, a lasciare molti rammarichi sono anche quelli con ChievoSassuolo: il primo arrivò dopo le fatiche di Napoli-Manchester City, nel secondo negli occhi resta la traversa di Milik sul risultato di 1-1.

Si poteva fare qualcosa in più in aggiunta ad una stagione già memorabile, già indimenticabile così com'è che con le prossime tre gare può regalare al Napoli di Sarri il record di punti e il record di vittorie in campionato (a 20 squadre) della storia del club partenopeo. Nel cammino azzurro ci sono, però purtroppo al momento, due pari di troppo che tengono il Napoli a -4 punti dalla Juventus e allontanano il sogno scudetto...

di Manuel Guardasole - Twitter: @MGuardasole

RIPRODUZIONE RISERVATA©

Le Ultime Notizie