09.01.2018
00:30
Redazione

Cagliari, Giulini: "Sudditanza psicologica? Nel nostro caso sempre decisioni a sfavore. Serve qualità, ma non voglio vittimismo"

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ha parlato a Radio Uno nel corso di Radio Anch'Io lo Sport: "La rabbia è un po' passata. Oggi iniziamo la prima settimana completa dell'anno e pensiamo solo a far lavorare bene gli arbitri e chi può migliorare il suo utilizzo. Voglio abbassare i toni della polemica perché si rischia solo di allontanare gli appassionati. La sudditanza psicologica? Nel nostro caso purtroppo, con le grandi ci sono state sempre decisioni a nostro sfavore. E' successo quest'anno a noi ma negli anni precedenti non era andata così. Vorrei solo un giudizio più equo quando incontriamo le big, ma non voglio urlare al vittimismo e non voglio che lo facciano i nostri calciatori. Preferirei non parlarne più visto che è già stato detto tutto. Ci vuole qualità, non solo dai calciatori, ma anche dalla terna arbitrale, questa è l'unica cosa che voglio aggiungere. Se sono qui è perché sono presidente di una squadra che rappresenta un'isola intera ed è giusto che io porti avanti questa diciamo protesta per rappresentare i miei tifosi e il mio club. Voglio che la mia squadra venga ritenuta importante come tutte le altre visto che rappresenta tante persone e che ha una storia lunga e importante.

Diventa subito Fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!